Se ne va il professor Mainardi, notissimo volto di “Quark” e “Super Quark”

Danilo Mainardi Danilo Mainardi
È morto all’età di ottantatré anni il grande etologo Danilo Mainardi. A darne notizia su Twitter il direttore del “Corriere della Sera”, ricordando la sua vita e la sua lunga carriera “in difesa degli animali”.

Danilo Mainardi era docente presso l’Università veneziana Ca Foscari, presidente onorario della LIPU (Lega Italiana per la Protezione degli uccelli) ed ha scritto per molti anni sul quotidiano milanese.

La sua grande passione per gli animali, nata da ragazzo quando comincio a disegnarli guidato dal padre (il pittore e poeta futurista Enzo Mainardi)  si è sviluppata fra studi, divulgazione e numerosissime attività sul campo.

Nato a Milano nel novembre 1933, laureato in Zoologia all’Università di Parma nel 1956 e poi docente all’Università veneziana Ca’ Foscari, Danilo Mainardi è stato fra i primi in Italia ad utilizzare documenti filmati per studiare il come gli animali sociali affrontano determinati problemi.  

Fra le posizioni sostenute nel corso degli anni, ricordiamo la validità della pet therapy, sottolineando l’importanza e i benefici che gli animali possono dare all’uomo. Tuttavia, ha sovente criticato la tendenza, a suo avviso sempre più diffusa nella società moderna, a dare significati antropomorfi ai comportamenti degli animali, di fatto snaturando le loro reali caratteristiche.  

Fermamente contrario alle corride e all’impiego degli animali nei circhi, ha definito un “problema difficilissimo” la questione della vivisezione per scopi scientifici sottolineando però che, se lo si volesse davvero, l’utilizzo degli animali potrebbe essere notevolmente ridotto. 

Amico di vecchia data di Piero Angela, a partire dall’inizio degli anni Novanta, è stato assiduo ospite del programma Quark (e in seguito anche di Super Quark), che gli ha permesso di divulgare il mondo degli animali al cosiddetto “grande pubblico”

“Danilo Mainardi era una persona straordinaria, uno scienziato apprezzato in tutto il mondo, uno dei primi a occuparsi di etologia. La sua morte è una grave perdita”, ha dichiarato Piero Angela. “Eravamo molto amici. Era una persona molto riservata, non si esponeva, teneva un profilo basso. Ci trovavamo bene perché avevamo lo stesso carattere. Arrivava in trasmissione con i suoi filmati, parlavamo cinque minuti e poi partivamo. Era sempre buona alla prima, era un bravo comunicatore. Alla scienza lascia tutti gli studi che ha fatto. Alla divulgazione scientifica lascia quel tono calmo, tranquillo, senza andare sopra le righe, che arrivava subito alla gente”. 

 

Classe 1986, storico del cinema, appassionato di noir, courtroom movies, gialli e western fin dagli anni del liceo, ha lavorato come battitore e segretario di produzione per un documentario su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore e con la Dino Audino editore. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi, e collaboratore alle vendite in occasione di incontri, presentazioni e fiere librarie.

Lascia un commento

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo
Rimani in contatto con Argpress.
Iscriviti alla nostra Newsletter