“Punti fermi”: mostra di pittura di Enzo Martini

Dal 23 maggio all’11 giugno 2015 ExpArt studio & gallery, in via Borghi 80 a Bibbiena  (AR), presenta “Punti fermi”, mostra personale di pittura di Enzo Martini a cura di Silvia Rossi.

Sabato 23 maggio, alle ore 17,30, il vernissage in galleria con l’aperitivo offerto da Bar Le Logge alla presenza dell’artista e della curatrice. L’esposizione, a ingresso libero e gratuito, sarà visitabile dal martedì al sabato, dalle 15,30 alle 19,30, o  su appuntamento.

Migliaia. Uno vicino all'altro, senza sfiorarsi né sovrapporsi. Lo spazio si riempie di migliaia di punti. Il punto è il protagonista indiscusso delle opere di Enzo Martini in mostra a ExpArt di Bibbiena. Ogni opera ne ospita una miriade in varie misure e colori. Un punto che non è mai posato casualmente, ma con cura e attenzione: ognuno di essi esprime un momento di riflessione, un concetto che non sarà  perso.

Porre un punto significa riappropriarsi del tempo, della lentezza, della capacità di sviluppare un pensiero  indipendente. Riemergere dal caos – artistico e della vita – con calma e costanza. L'opera di Martini comunica in pieno la filosofia di un autore che ha fatto dei quadri la propria missione.  Ogni singolo giorno deve avere un momento dedicato all'arte, che si trasforma in occasione di  meditazione. Il punto è il mezzo tramite il quale ciò avviene.

Cionondimeno la sua opera è ricca di spunti storico-artistici, i principali movimenti del Novecento vi sono infatti tutti racchiusi. Opere che sanno essere pop, informali, astratte o surreali. Tutte loro risultano  “salvate” ai nostri occhi, tutte loro sono rese uniche e inimitabili dal paziente e costante lavoro di questo  artista umile quanto straordinariamente innovativo.

Enzo Martini nasce il 13 giugno 1954 a Bibbiena, in Casentino. Appassionato di fotografia, in servizio permanente presso la Marina Militare, partecipa a due concorsi fotografici organizzati dalla prima Divisione Navale, con sede a La Spezia. Nel 1973 si classifica secondo, mentre vince a pieno titolo l’anno successivo. Si congeda nel 1977 e inizia a collaborare con varie testate giornalistiche, tra le quali il Secolo XIX. Tornato in Casentino, abbandona le attività fotografiche e artistiche. Solo nel 1999, in maniera casuale e  spronato da un amico pittore, riprende a dedicarsi alla pittura da autodidatta. Il primo periodo della produzione è caratterizzato da una tecnica figurativa, evolutasi successivamente in  uno stile astratto del tutto personale

Expartgallery



Lascia un commento

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo
Rimani in contatto con Argpress.
Iscriviti alla nostra Newsletter