Trieste attraverso lo sguardo di un “francese”

Piazza Unità d'Italia Piazza Unità d'Italia cortesia di Vincent Brunot
“La mia anima è a Trieste” scriveva in una lettera l’autore irlandese James Joyce. Una città che oggi i parigini possono scoprire attraverso i delicati e poetici disegni e acquarelli di Vincent Brunot, in mostra fino al 15 marzo alla Maison de l’Italie.

L’esposizione, curata da Roberta Malavasi, è stata organizzata dalla Società Dante Alighieri – Comitè de Paris, dalla Maison de l’Italie alla città univeristaria e dall’Associazione Giuliani nel Mondo di Parigi. Un omaggio al capoluogo giuliano che si inscrive inoltre nel progamma dei corsi di lingua italiana della Dante Alighieri dedicati quest’anno, dopo Torino, appunto a Trieste.

Un omaggio sincero a una città di mare unica nel suo genere, di stampo architettonico ottocentesco, ricca di storia e con un importante passato e presente letterario. Di queste atmosfere parla l’opera di Vincent Brunot, che dopo il diploma in incisione a l’Ecole Nationale Supérieure des Arts Décoratifs di Parigi, lavora alle edizioni Gallimard per poi intraprendere la carriera d’illustratore indipendente. Un impegno che lo porta a maturare uno stile particolare in cui rappresenta città e paesi a volo d’uccello, sposando al rigore della cartografia la connotazione artistica del disegno.

“ll mio entusiasmo per la prospettiva, per la precisione della linea e il mio gusto per il dettaglio hanno certamente influenzato il mio lavoro come illustratore”, dichiara Brunot. “Mi piace disegnare su carta e trascrivere la profondità di campo che osservo, e attraverso il gioco di ombre e luce, e la scelta delle inquadrature, cerco di portare lo spettatore all’interno del foglio!”.

Le opere esposte spingono lo spettatore ad avvicinarsi, a cercare i particolari, a entrare quasi dentro il disegno e quindi a immergersi nell’atmosfera della città sveviana. Chi conosce Trieste ritrova i suoi luoghi, le sue vibrazioni, chi la scopre per la prima volta ha quasi una “rivelazione” e il desiderio di partire al suo incontro.

Un po’ nascosta nel golfo dell’Adriatico, alla punta nordorientale dell’Italia, Trieste è una città di viaggiatori, con un Vecchio Porto a ricordare quando era l’unico sbocco marittimo dell’impero austro-ungarico. Regna in questa città un’atmosfera particolare, che lascia di rado indifferente.

Vincent Brunot ha al suo attivo molte collaborazioni con riviste e la pubblicazione di diversi libri, tra cui alcuni dedicati al capoluogo giuliano, Trieste dai palazzi per Editoriale Generali, Una Barcolana e Linea 2. Il Tram di Opicina in coedizione con TriesteTrasporti e Teatro Verdi : un teatro, una storia (stagione lirica 2004-2005)  Fondazione Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”, realizzati in collaborazione con la moglie Isabella Bembo, “una mula” triestina, che ne ha curato i testi. 

Tra i disegni in mostra, la magnifica Piazza Unità d’Italia, il porto visto dal Monte Grisa, la statua di Umberto Saba all’incrocio tra le vie Dante e San Nicolò e la sua Libreria Antiquaria, il Porto Vecchio e “Ursus” una delle più grandi e antiche gru galleggianti, che con i suoi 75 metri di altezza potrebbe sembrare la Tour Eiffel, senza dimenticare il mitico tram di Opicina, ancor’oggi un esempio di locomozione d’altri tempi. 

Cristina Biordi

Giornalista professionista, documentarista, curatrice di mostre, appassionata ed esperta d’arte, cinema, teatro, letteratura, fotografia, enogastronomia, con 15 anni d’esperienza nel settore dell’energia e dell’ecologia. Ovvero: è terribilmente curiosa! Dalla Città Eterna si è trasferita nella Ville Lumière, dove è titolare dell’agenzia Labi communication, e come Joséphine Baker ha due amori: l’Italia e Paris. 

Lascia un commento

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo
Rimani in contatto con Argpress.
Iscriviti alla nostra Newsletter