Truck Art Project. La street art in marcia In evidenza

L’idea di galleria, spazio espositivo e d’arte ha assunto un altro significato da quando la street art è entrata preporandemente nella vita quotidiana di tutti. Ogni superficie si è trasformata in un’occasione di un’esperienza artistica, dai vagoni della metropolitana alle volute di una chiesa abbandonata, dai muri del mercato rionale al Panthéon di Parigi.

Nel 2015 è nato il Truck Art Project, un'iniziativa spagnola che propone a street artists di trasformare i camion che percorrono le strade europee in opere di arte mobili. Per la sua prima edizione dell’iniziativa hanno partecipato alcuni grandi nomi dell’arte urbana spagnola come Okuda San Miguel, Suso33, Javier Arce, Daniel Muñoz, Abraham Lacalle o anche Marina Vargas. L'edizione 2016 del Truck Art Project è già programmata, e proporrà creazioni dei street artists come Felipe Pantone o Sixe Paredes, e altri ancora.

L’iniziativa nasce grazie alla fondamentale collaborazione del fondatore di PBX, una società di trasporti e logistica spagnola, Jaime Colsa, nonché collezionista d’arte, che ha permesso che i suoi camioni si trasformassero in “muri” itineranti.

Truck Art Project è un progetto culturale per diffondere l’arte d’avanguardia in maniera accessibile e innovativa: sostanzialmente 100 opere d’arte si spostano come coperture di tir in giro per strade e autostrade o parcheggiati in alcune fiere, come recentemente ad ARCOmadrid.

Un’esposizione ambulante, che riflette le tendenze attuali dell’arte urbana contemporanea, non solo in Spagna ma nel mondo, e che finora si rivela più interessante come modello che per i suoi contenuti. Ma se attraverso internet la fruizione de condivisione delle opere d’arte di strada è sempre più in evoluzione, il fatto che queste realmente viaggino permette a molti di farne un’esperienza diretta e non solo virtuale.

L’ambizione dell’iniziativa è di coinvolgere musei, gallerie d’arte, artisti, collezionisti, curatori d’esposizioni, per dar vita a un nuovo modo di fruire e concepire l’arte e la relazione con il pubblico, creando cosí una nuova rete di contatti e interazioni.

Della flotta di 100 autocarri alcuni saranno trasformati in gallerie mobili, per  esporre opere d’arte nel loro interno, permettendo a ogni sorta di pubblico di avvicinarsi  a quest’universo meno elitario a persone che abitano in luoghi dove non arriva di solito questo tipo d'offerta culturale. 

Truck Art Project vuole essere un canale di diffusione dell’arte contemporanea unico, attraverso il quale promuovere l'idea dell'arte come materia trasformatrice della società.

 

Truck Art Project

Cristina Biordi

Giornalista professionista, documentarista, curatrice di mostre, appassionata ed esperta d’arte, cinema, teatro, letteratura, fotografia, enogastronomia, con 15 anni d’esperienza nel settore dell’energia e dell’ecologia. Ovvero: è terribilmente curiosa! Dalla Città Eterna si è trasferita nella Ville Lumière, dove è titolare dell’agenzia Labi communication, e come Joséphine Baker ha due amori: l’Italia e Paris. 

Lascia un commento

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo
Rimani in contatto con Argpress.
Iscriviti alla nostra Newsletter