NEWS
Usa: bufere Stato New York, 13 morti e incubo allagamenti Buffalo - Video
Isis: 30 raid in 24 ore; milizie sciite uccidono 64 jihadisti
Farmaci: Ema, via libera alla 'pillola di 5 giorni dopo' senza ricetta nell'Ue
Fincantieri: intesa con Carnival e Cssc per joint venture Cina
Auto travolge ragazzini fuori da chiesa a Roma, sei feriti; uno in 'codice rosso'
Renzi a Bologna, antagonisti lanciano uova e fumogeni
Fumo: Philip Morris lancia nuovo prodotto, alternativa a sigaretta
Pd: "festini hard e droga", Di Stefano querela la moglie
Lavoro: Berlusconi 'boccia' il Jobs act, "non porta un solo posto in piu'"
Venezia: troppo rumore di notte nelle calli, "trolley vietati in citta'"

Global Photography presenta "Occupancy"

Immagini dal mondo con Global Photography che, alla sua terza edizione, presenta Occupancy, un progetto collettivo che, grazie alle diverse provenienze ed esperienze, indaga sulle nuove modalità di fruizione dello spazio urbano occupato.  

RODERIK-HENDERSON


Officine Fotografiche, dal 28 aprile al 18 maggio, ha il piacere di ospitare, per il secondo anno consecutivo, Global Photography, un progetto che ogni anno si traduce in una collettiva di autori provenienti da ogni parte del mondo, accomunati dalla necessità di indagare caratteristiche e problematiche connesse al mondo contemporaneo e al singolo individuo.  
La mostra, curata da Stefania Rössl e Massimo Sordi, raccoglie dieci lavori che nel termine “occupancy” (occupazione) hanno trovato un comune denominatore da sviluppare autonomamente come mezzo di interpretazione intorno al tema del paesaggio, una parte fondamentale dell’esperienza umana. Emozioni connesse, in modo sempre diverso, a un luogo esprimono i processi che portano l’essere umano a definire e far nuovamente proprio uno spazio nel mondo. Il paesaggio diventa così non un insieme di  oggetti e luoghi statici, ma un insieme dinamico, che si trasforma e si adatta ai sentimenti, alle passioni e alle necessità umane. In questa direzione i lavori raccolti ricompongono un racconto per immagini che vanno dalla dichiarata e ironica evocazione delle origini primigenie dell’uomo raccontate in Primates di Fréderic Delangle, alla dimensione fisica dei paesaggi antropizzati di Bas Princen, passando per le differenti declinazioni e paesaggi di una grande città – Mosca -  descritta da Alexander Gronsky in The Edge fino ai nuovi nomadi incontrati da Roderik Henderson, che descrive la condizione dell’essere umano in un determinato contesto: quello dell’automobile.
La mostra è organizzata in collaborazione con Città di Savignano sul Rubicone, Istituzione Cultura Savignano e Savignano Immagini – SI Fest.  

Foto in alto: Roderik Henderson, from the series Transvoid– British Columbia 2008/2009
 
La mostra Occupancy prosegue dal 2 al 18 maggio
Ore 10.00 – 13.00/15.00 – 19.30
Chiuso il sabato, la domenica e  i festivi
Officine Fotografiche
via G. Libetta, 1 - Roma
(metro B Garbatella)
www.officinefotografiche.org

Vota questo articolo
(0 Voti)
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Newsletter

Rimani in contatto con Argpress.
Iscriviti alla nostra Newsletter

Iniziative Editoriali

  • San Giovanni Paolo II

  • Sophia Loren

  • San Giovanni XXIII

  • Paolo VI

  • Vittorio De Sica

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5