Moda gotica: le Goth girls sono più vulnerabili alla depressione e all’autolesionismo

Le adolescenti che si identificano nella sottocultura  gotica tendono maggiormente ad essere clinicamente depresse e a manifestare comportamenti autolesionisti, secondo uno studio pubblicato sul The Lancet Psychiatry journal.

La sottocultura gotica, nata in Inghilterra negli anni’80 nell’ambito dei generi musicali gothic-rock e post-punk, affonda le sue radici storiche e artistiche nell’Ottocento: il romanzo gotico, che fonde insieme elementi romantici e dell’orrore. Avvicinandoci ai giorni nostri sicuramente un potente ruolo iconografico lo ha avuto La famiglia Addams, serie televisiva del 1964 nella quale è impossibile non ricordare il personaggio di Mortisia, o di Mercoledì, la ragazzina seria e malinconica, interpretata da Christina Ricci nella sua trasposizione cinematografica. Attualmente la sottocultura goth è un vastissimo mondo dall’ideologia difficile da definire, un mix di musica, estetica e abbigliamento, e che influenza cinema, letteratura e arte.

Uno studio del Lancet Psychiatry journal dimostra che le adolescenti che si immedesimano fortemente nella sottocultura gotica hanno una probabilità di 3 volte maggiore di essere clinicamente depresse all’età di 15 anni, e una probabilità 5 volte maggiore di manifestare un comportamento autolesionista all’età di 18 anni, rispetto alle coetanee che non vi si identificano, o che sentono di appartenere ad una diversa sottocultura. Ma gli autori della ricerca ci tengono a sottolineare di non saltare subito alle conclusioni riguardo ai rapporti di causa-effetto tra la moda gotica e le condizioni mentali delle ragazze: “il nostro studio non dimostra che essere una goth girl causa depressione e autolesionismo, ma solo che alcune giovani goth sono maggiormente predisposte a sviluppare tali condizioni”, ha dichiarato il Dr Lucy Bowes della University of Oxford, a capo del team di ricerca. In Inghilterra 1 ragazza su 5 all’età di 15 anni manifesta depressione e autolesionismo, al di la se sia o meno una goth, e non è ancora chiaro il ruolo delle caratteristiche di personalità  e delle famiglie delle giovani ragazze, o dei fattori sociali. 

Secondo gli autori della ricerca la sottocultura gotica potrebbe costituire una comunità  nella quale le giovani ragazze che non si conformano alle regole sociali possano sentirsi capite: “le adolescenti tendenti alla depressione e all’autolesionismo potrebbe essere attratte dalla sottocultura gotica, che abbraccia gli individui  emarginati provenienti da qualsiasi background, inclusi quelli con problemi di salute mentale”, argomenta il Dr Rebecca Pearson della University of Bristol. Fontealphagalileo

E a proposito di comunità gotica, spulciando tra le foto delle bellissime ragazze di Goth Girls, community su Facebook che vanta quasi 400.000 iscritti, mi chiedo quante tra queste siano depresse o autolesioniste. Indubbiamente sono sexy. Ricordiamo che talvolta la moda è solo “costume”.

 

 

 

 

Lascia un commento

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo
Rimani in contatto con Argpress.
Iscriviti alla nostra Newsletter