Coppa Italia. La Lazio batte l’Inter 2 a 1 e ora “attende” la Roma in semifinale

In un match intenso e ricco d’emozioni i biancocelesti s’impongono a San Siro grazie alle reti di Felipe Anderson e Biglia su rigore, inutile la rete finale di Brozovic.

Un primo tempo a dir poco frizzante, che s’infuoca al 16’ con il palo colpito da Kondogbia a portiere battuto. La squadra di Simone Inzaghi non si fa schiacchiare e reagisce nel migliore dei modi dopo appena quattro minuti: stacco di testa di Felipe Anderson e palla nel sacco per il vantaggio laziale.
L’Inter inizia a sbandare, soprattutto con gli errori difensivi, e gli ospiti potrebbero raddoppiare alla mezz’ora con due contropiedi sprecati dalle orribili conclusioni di Immobile (palla in curva a tu per tu con il portiere) e Anderson (tiro parato).
Al 35’ i nerazzurri tornano a farsi pericolosi con Brozovic che entra in area di rigore, salta due avversari in slalom e calcia sul primo palo, Marchetti risponde presente con un intervento in due tempi.
La musica non cambia ad inizio ripresa, e ad usufruirne sono gli ospiti. Parolo, tutto solo davanti alla porta, spara in aria un pallone facile facile d’appoggiare in rete. Ma al 55’, sull’ennesimo contropiede, ci pensa Immobile a farsi atterrare in area di rigore da Miranda. Per l’arbitro è calcio di rigore e rosso diretto per il difensore interista. Sul dischetto si presenta capitan Biglia che non sbaglia e mette in cassaforte la qualificazione.
Nonostante l’inferiorità numerica i padroni di casa provano a rendersi pericolosi. Icardi (entrato ad inizio ripresa) si tuffa in area di rigore mandando il pallone di un soffio a lato. L’attaccante argentino ci prova anche su calcio di punizione ma la sfera si schianta sulla barriera.
Quando la partita sembra volgere al termine al 76’ ci pensa Radu a riaprirla andandosi a prendere la seconda e stupida ammonizione ristabilendo così la parità numerica in campo. L’Inter si scatena e all’84’ torna in partita con lo splendido pallonetto di testa di Brozovic che batte Marchetti. Il gol è l’ultimo sussulto della gara, con i nerazzurri esausti e i biancocelesti che volano in semifinale.
Ora la Lazio attende la vincente che uscirà dal match di Giovedì 1 Febbraio per capire se al prossimo turno gli avversari saranno i cugini della Roma (per un poker di derby stagionali che manca ormai da 14 anni) o la sorpresa targata Cesena.

Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Lascia un commento

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo
Rimani in contatto con Argpress.
Iscriviti alla nostra Newsletter