Targa per Che Guevara a San Lorenzo

Il momento della scoperta della targa Il momento della scoperta della targa Luciano del Castillo
Cinquant’anni fa, il 9 ottobre 1967, Ernesto Guevara de la Serna, detto il «Che» (per la sua abitudine di pronunciare questa breve parola in mezzo ad ogni suo discorso, una specie di cioè), veniva assassinato da un gruppo di militari boliviani dopo la sua cattura.

 Dopo aver partecipato da protagonista alla rivoluzione cubana, dopo aver spostato il movimento castrista e lo stesso Fidel Castro su posizioni comuniste, Guevara aveva abbandonato i suoi incarichi di governo e aveva cominciato una nuova impresa rivoluzionaria in Bolivia dove trovò la morte.

In Italia è stato ricordato alla presenza di Víctor Emilio Dreke Cruz, uno degli uomini più fidati del Che nel cinquantesimo della morte.

Una cerimonia semplice, a San Lorenzo dove è stata scoperta una targa in memoria alla presenza di decine di persone, dell’ambasciatore venezuelano in Italia ed esponenti dell’ambasciata di Cuba in Italia. Sempre a Roma, l'Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba, ha organizzato una manifestazione  nella Sala Teatro Studio Gianni Borgna dell'Auditorium Parco della Musica, con Elio Germano e Moni Ovadia, la cantante Renata Mezenov Sa e il performer Fatmir Mura. Sono Intervenuti oltre il Comandante Victor Dreke Cruz, luogotenente del Che in Congo, anche il professor Angelo D’Orsi, ordinario della cattedra di “Storia delle dottrine politiche”  presso l’Università di Torino e la giornalista Alessandra Riccio, direttrice della rivista Latinoamerica.

 

Lascia un commento

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo
Rimani in contatto con Argpress.
Iscriviti alla nostra Newsletter