Sotto le bombe di Hitler. La battaglia d’Inghilterra

Condividi
Sotto-le-bombe-di-Hitler

 Alla Casa di Vetro di via Luisa Sanfelice 3 a Milano, il 5 aprile dalle 18.30 si inaugura la mostra fotografica “Sotto le bombe di Hitler. La battaglia d’Inghilterra”, in programma fino al 12 maggio e inserita nell’edizione 2012 (3 aprile / 12 maggio – Milano) della manifestazione Photofestival. L’esposizione racconta la vita quotidiana degli Inglesi sotto i bombardamenti tedeschi durante la seconda guerra mondiale, soffermandosi in particolare sulla cosiddetta Battaglia d’Inghilterra che vide le forze aeree britanniche affrontare le squadriglie naziste che cercavano di preparare il terreno all’invasione via mare delle truppe tedesche. L’invasione non avvenne mai, gli Inglesi resistettero, ma i bombardamenti continuarono per lunghi anni, portando morte e distruzione. Le immagini sono tratte dagli archivi, distribuiti in Italia da Tips Images, della Science & Society Picture Library, che conserva i materiali iconografici dei National Museums of Science and Industry di Londra (London's Science Museum, National Railway Museum e National Media Museum). Curatore della mostra è Alessandro Luigi Perna che, con il progetto History & Photography, indaga sul rapporto tra fotografia, storia e giornalismo, si propone di far conoscere al grande pubblico le immagini conservate negli archivi storici italiani e internazionali, pubblici e privati, troppo spesso frequentati solo dagli addetti ai lavori, e di permetterne l’acquisto in riproduzione digitale a prezzi accessibili. Ad affiancarlo nella produzione e organizzazione è Eff&Ci-Facciamo Cose, specializzata nella cura, organizzazione e promozione di convegni, eventi culturali ed espositivi. Sede della manifestazione è la Casa di Vetro, centro di attività culturali e scientifiche dedicato al mondo dell’arte, delle donne e delle professioni, diretto da Maria Cristina Koch.


Banner

ArchivioRiccardi.it

Gino Bartali
Gino Bartali nasce a Ponte a Ema, in provincia di Firenze, il 18 luglio del 1914. A dodici anni interrompe gli studi. Lavora come aiuto meccanico per tre giorni alla settimana in una piccola officina di biciclette.   ...Continua a leggere

Seguici...

Facebook Twitter Linkedin

logo_spazio5

archivioriccardi

 

 

 

 

banner_nicte

 

 

 

 

assoartlab

 

 

  

billions-via-veneto 

 

 

 

 

archivio riccardi - www.archivioriccardi.it lorenzo bini smaghi - www.lorenzobinismaghi.com