Astonyshine2: la casa ecosostenibile italo-francese fatta di pietra, lana e legno

Il progetto Astonyshine2, messo a punto da i vertici della ricerca italo-francese , propone una abitazione low-cost a impatto ambientale zero. Il brillante prototipo, già finalista del concorso Solar Decathlon Europe 2012 che premia i progetti con più elevato margine di ecosostenibilità, è fatta di legno, pietra e lana.

Il progetto Astonyshine2, messo a punto da i vertici della ricerca italo-francese , propone una abitazione low-cost a impatto ambientale zero. Il brillante prototipo, già finalista del concorso Solar Decathlon Europe 2012 che premia i progetti con più elevato margine di ecosostenibilità, è fatta di legno, pietra e lana.

Astonyshine Casa_Ecosostenibile

Ecosostenibilità ed economia queste le fondamentali linee guida dell'edilizia di domani. Da questi presupposti nasce il progetto Astonyshine2 che ha visto al lavoro la al fine di realizzare una casa completamente autosufficiente. Il team up italo-francese è riuscito dopo appena quatto mesi di progettazione e soltanto quindici giorni impiegati per la realizzazione, ad ultimare una struttura che si estende su 70 metri quadrati, per 6 metri di altezza, dotata di impianto fotovoltaico sul tetto ricurvo che provvede al rifornimento elettrico e termico, in questo modo è stato possibile evitare l'impianto di sistema di riscaldamento e raffreddamento. Fatta di materiali eco-sostenibili e naturali al 100%, Astonyshine2 è una casa che è costata complessivamente 150.000 euro, assolutamente abbordabile in termini di investimento monetario, considerando anche il dettaglio che concerne i prototipi: ovvero il costo maggiore rispetto al modello di produzione. Prototipo messo a punto dall'Università di Bari che ha pensato una casa prefabbricata che rompe lo stereotipo di stabile impersonale, anonimo e squallido, consegnando invece un progetto esteticamente accattivante e convincente. Una abitazione low-cost e low-tech che si inserisce perfettamente nell'ambiente, rispettandone l'ecologia e lo sviluppo, conciliando un design moderno e cura degli interni. Una struttura quasi del tutto identica è stata costruita a Parigi risultando finalista al concorso Solar Decathlon Europe 2012 che si tiene a Madrid. Una competizione internazionale a cui partecipano le università di tutto il mondo per promuovere la ricerca e lo sviluppo di case sempre più efficienti ed ecologiche. L'obiettivo dei partecipanti al concorso è presentare dei prototipi di abitazioni che consumino una bassa percentuale di risorse naturali. Aspetto fondamentale per aggiudicarsi il premio è l'efficacia delle soluzioni adottate per ridurre i consumi e come fornire tutta l'energia necessaria al funzionamento della casa, sfruttando i raggi solari. Le innovazioni presentate da Astonyshine sono ideate per rispondere alle istanze fissate dalla competizione: dai pannelli solari sul tetto ricurvo che si muovono seguendo la posizione del sole, all'isolamento termico ottenuto utilizzando il sughero, prodotto in una azienda italiana, e la lana di pecora, sino all'impiego della pietra. Quest'ultimo materiale diviene protagonista assoluto, in quanto riesce a garantire lo "sfasamento termico": mantenere caldo gli ambienti interni quando all'esterno è più freddo e viceversa. Astonyshine2, sembra avere molte delle carte in regola per poter divenire la casa del domani riscoprendo oggi, i materiali di ieri.

Luigi Paolicelli

Pubblicato in Ambiente

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI