Fai bella l’Italia: il 5 giugno la giornata ecologica della Fai Cisl per la cura dell’ambiente

Fai bella l’Italia: il 5 giugno la giornata ecologica della Fai Cisl per la cura dell’ambiente
Domani, sabato 5 giugno, si terrà la Terza Giornata nazionale della Fai Cisl, in collaborazione con Terra Viva (Associazione Liberi Produttori Agricoli), per la cura dell’ambiente, la salvaguardia del territorio e la valorizzazione del patrimonio paesaggistico.

L’obiettivo della manifestazione è promuovere il rispetto dell’ambiente e un modello economico più sostenibile. Domani migliaia di volontari, in tutta Italia, adotteranno uno spazio verde per sensibilizzare cittadini, imprese e istituzioni verso la salvaguardia del territorio.
 
Un’iniziativa che coinvolgerà tutte le federazioni regionali del sindacato agroalimentare e ambientale della Cisl.
 
In Basilicata sono previste tre manifestazioni (a Brienza, Irsina e Montalbano), a partire dalle ore 9, in collaborazione con le amministrazioni comunali e alcune associazioni del territorio.
 
“Questa iniziativa – spiega il Segretario generale della Fai Cisl Basilicata, Vincenzo Cavallo – nasce dalla volontà di lanciare un messaggio forte ai cittadini e promuovere l’attivismo civico a tutela dei nostri habitat naturali, spesso sottovalutati e scarsamente valorizzati. Con “Fai bella l’Italia” – prosegue Cavallo – non ci limitiamo a ripulire o sistemare uno spazio verde, ma apriamo i riflettori su un’Italia nascosta che regala paesaggi mozzafiato e invoglia a vivere una vita in armonia con la natura. E’ un modo per dire, attraverso esempi concreti, che la cosiddetta transizione ecologica si costruisce con i piccoli gesti quotidiani e che rispettare i luoghi in cui viviamo significa rispettare innanzitutto se stessi”.
 
La Fai Cisl Piemonte, invece, ha scelto come luogo simbolo della Giornata la parte piemontese del Parco del Ticino, dove i partecipanti (giovani volontari, studenti e famiglie) insieme a segretari, dirigenti e iscritti del sindacato Fai Cisl, si ritroveranno alle ore 10 per la raccolta differenziata.
 
“Con piccoli gesti – spiega il Segretario generale della Fai Cisl Piemonte, Franco Ferria – si possono fare grandi cose, riportando all’attenzione dell’opinione pubblica temi come il rispetto e la tutela dell’ambiente. L’iniziativa vuole essere anche un momento di socializzazione, partecipazione e di condivisione di idee e valori. Nel nostro piccolo, un atto di amore verso la natura e l’ambiente”. 
 
Infine, in Calabria, l’iniziativa regionale è stata organizzata prevalentemente in ambito familiare a causa della pandemia, coinvolgendo amici e persone vicine nel rispetto delle norme anti Covid.
 
“Per la Calabria – afferma il Segretario generale della Fai Cisl, Michele Sapia – abbiamo pensato a più azioni in luoghi diversi, a piccoli gesti educativi finalizzati a diffondere una cultura della natura. Proprio in famiglia, infatti, si maturano idee e valori, stili di vita, ci si educa al rispetto delle fondamentali regole di comportamento ambientale. Dunque, l’iniziativa “Fai bella l’Italia” – prosegue Sapia – costituirà ancora una volta un’occasione sia per riscoprire e riaffermare l’amore per la natura, il valore del benessere ambientale e del presidio umano a tutela del territorio, sia per ampliare l’azione di cura dell’ambiente, coinvolgendo i delegati e i lavoratori con le loro famiglie nell’impegno comune per la pulizia e la cura di vari luoghi in tutta la nostra Calabria.
 
“La Fai Cisl vuole, con questa iniziativa, riaffermare che senza ambiente non c’è futuro e, inoltre, rafforza la consapevolezza che il comportamento individuale ha importanti ricadute sulla salute sia persone che collettiva. Lanceremo, perciò, un messaggio forte su questo tema centrale per tutte le generazioni. È indubbiamente necessario – conclude il Segretario – uno sforzo educativo sul tema dell’ambiente e sarà strategico sostenere ulteriori azioni a favore del presidio umano a tutela del territorio, rilanciare il valore del lavoro svolto dagli addetti forestali e della bonifica, la lotta al dissesto idrogeologico, la tutela delle bellezze paesaggistiche e la manutenzione del bosco. Infine, perché no?, “Fai bella l’Italia” sarà in Calabria anche un’opportunità per fare ginnastica verde”.

Pubblicato in Ambiente

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI