L'ultimo rinoceronte bianco

L'ultimo rinoceronte bianco
Probabilmente è l'ultimo esemplare rimasto sulla terra. Si chiama Sudan, ha 43 anni e viene sorvegliato a vista 24 ore su 24 da uomini armati.

Il destino ha voluto che venisse portato proprio in Africa, nella riserva naturale Ol Pojeta, in Kenya. In precedenza occupava il territorio cecoslovacco. E' arrivato in Africa nel 2009 e vive assieme a due femmine della stessa specie. Purtroppo tutte e due hanno problemi o lesioni e non possono portare a termine una gravidanza.
Il liquido seminale di Sudan è di scarsa qualità, anche se potrebbe essere migliorato con il trattamento, ed è stato conservato il liquido seminale di altri esemplari di sesso maschile. I lavori sul miglioramento del liquido partiranno dal 25 giugno.

Sorvegliato da uomini armati che rischiano la propria vita per difendere il "gigante buono" dagli innumerevoli bracconieri che si aggirano lungo i 90.000 acri della riserva. Simor Irungu, uno dei tanti Rangers che si occupa della difesa di Sudan, ha dichiarato che i suoi uomini rischiano ogni giorno la vita per salvaguardare questa specie rara. Per non parlare dei costi dell'operazione: mantene una squadra del genere costa 75mila sterline ogni 6 mesi. Per la riserva, con l'avvento del virus Ebola, sostenere cifre del genere è diventato difficilissimo. Lo scarso turismo poi ha influito e non poco in merito alla questione.

Difficile si, impossibile no. La riserva Ol Pejeta Conservancy ha avviato una campagna per la raccolta fondi su GoFundMe: "http://www.gofundme.com/olpejeta.
"Keep the Rhino Rangers Safe" ("Proteggiamo i rangers dei rinoceronti") ha raccolto nell'arco di tre mesi circa 70.766 sterline (oltre 97.000 euro). Continuare a donare è il passaggio decisivo per salvare una specie di rara importanza.

 

Pubblicato in Ambiente
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI