Presentati a Monte di Procida i risultati del progetto Blue Activities di Marevivo

Presentati a Monte di Procida i risultati del progetto Blue Activities di Marevivo
Presentati i risultati della quarta edizione del progetto “Blue Activities”, il percorso di educazione all’ambiente e alla sostenibilità - realizzato nuovamente con il contributo non condizionato di The Coca-Cola Foundation - che vede coinvolti già da tempo gli studenti dell’isola di Procida e quest’anno, per la prima volta, anche quelli di Monte di Procida.

I primi a terminare il progetto sono stati trecento alunni e alunne delle scuole primarie e secondarie di primo grado dell’Istituto Comprensivo “A. Vespucci” di Monte di Procidache venerdì hanno celebrato la conclusione di un’avventura innovativa ed emozionante insieme a docenti e dirigenti.

All’evento, durante il quale sono stati consegnati i “DiploMarini” di partecipazione, erano presenti il Sindaco Giuseppe Pugliese, l’Assessore all’Istruzione Ivana Barone, la Consigliera Teresa Coppola, la Dirigente scolastica Assunta Iannuzzi, il Maresciallo Antonio Spiridone e il Capitano dell’Arma dei Carabinieri Marco Liguori, che sono stati accolti da uno spettacolo a cura della sezione musicale dell’IC Vespucci.

«Possiamo proteggere soltanto ciò che conosciamo e amiamo», ha dichiarato Raffaella Giugni, Responsabile Relazioni Istituzionali di Marevivo «Per questo il progetto “Blue Activities” ci sta molto a cuore, perché ci permette di trasmettere sin da subito ai più giovani i valori importanti del rispetto ambientale e a far capire quanto ogni loro gesto possa davvero fare la differenza».

Fra gli obiettivi principali del progetto, esplorare il proprio territorio e scoprirne la straordinaria ricchezza naturalistica, ma anche rafforzare nei più giovani il sentimento di appartenenza a una comunità a cui ognuno di noi può dare il proprio contributo per salvaguardare il mare e le sue meraviglie.

Le attività condotte in classe sono state supportate da materiale didattico realizzato ad hoc come il “diario di bordo, per documentare le scoperte fatte durante il progetto, o il “diario natura, per esprimere a parole le emozioni suscitate dal contatto con il mare e la natura. Le attività outdoor, invece, hanno visto studenti e studentesse scendere in campo sulle spiagge di Acquamorta, TorreGaveta e Miniscola, insieme ai docenti ed agli operatori Marevivo, per osservare, raccogliere e catalogare i rifiuti e discutere da vicino il problema dell’inquinamento.

Grazie alla sensibilità del corpo scolastico dell’IC Vespucci, il progetto ha permesso di donare alla scuola un eco-compattatore di bottiglie di plastica, inaugurato durante la mattinata e posizionato presso la sede centrale dell’istituto, a disposizione di scuola e famiglie. Questo rappresenta un’ulteriore occasione per approfondire il processo di riciclo e dare una seconda vita alle bottiglie in PET. Sarà Corepla ad occuparsi della raccolta ed avviamento al riciclo delle bottiglie.

Le “Blue Activities” sono ancora in corso sull’Isola di Procida e vedono il coinvolgimento di circa seicento studenti e studentesse, con i rispettivi docenti degli Istituti Caracciolo e Capraro.