Roma-Lazio: derby di speculazione Edilizia

Roma-Lazio: derby di speculazione Edilizia
Legambiente Lazio boccia l'idea di costruire un nuovo stadio nella capitale. «Roma non ha bisogno di nuovi stadi - ha detto il presidente dell'associazione -, tanto meno di scempi e speculazioni in aree agricole vincolate come quelle sull'Aurelia, con ristoranti case e mega store».

Il nuovo stadio della Roma dovrebbe sorgere in un'area di 200 ettari nel quartiere Boccea, e Legambiente fa notare come questo spazio abbia una destinazione agricola nel nuovo Piano regolatore generale e come per ora non esiste alcuna infrastruttura di trasporto pubblico in corso di realizzazione.

«Invece di trasformare in una moderna cittadella dello sport le aree dell'Olimpico e del Flaminio - ha spiegato Parlati - si afferma che servono centinaia di migliaia di metri cubi di nuovo cemento. E che fine faranno gli stadi già esistenti? Con quale coraggio Alemanno e Marrazzo, senza discutere nulla con i cittadini, lo spiegheranno ai romani?». Inoltre, secondo Legambiente, la realizzazione dello stadio richiederebbe una «variante urbanistica in accordo di programma per trasformare l'area da Agro romano vincolato ad area edificabile» e significherebbe anche «avviare la definitiva conurbazione tra la capitale, Cerveteri, Ladispoli e Civitavecchia».

 

 

Pubblicato in Ambiente

Fotonews

Sit-in sede Cgil

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI