Sole vento e mare per le isole minori e le aree marine protette italiane - Energie rinnovabili e paesaggio

Nuova chiamata in nome della sostenibilità e della creatività in occasione della ‘Giornata Mondiale della Terra’: anche quest’anno l’associazione Marevivo lancia il Concorso di idee Internazionale “Sole vento e mare per le isole minori e le aree marine protette italiane - Energie rinnovabili e paesaggio”


Marevivo-Concorso-Sole-vento-e-mare

Nuova chiamata in nome della sostenibilità e della creatività in occasione della ‘Giornata Mondiale della Terra’: anche quest’anno l’associazione Marevivo lancia il Concorso di idee Internazionale “Sole vento e mare per le isole minori e le aree marine protette italiane - Energie rinnovabili e paesaggio” con GSE (Gestore dei Servizi Energetici), ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), CITERA (Centro di Ricerca Interdisciplinare Territorio Edilizia Restauro Ambiente) dell'Università di Roma La Sapienza, Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee –, Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Segretariato Generale.

Come per le passate edizioni, le vere protagoniste restano le isole minori italiane e le aree marine protette, intese come possibili laboratori naturali per l’utilizzo delle energie rinnovabili: il Concorso, aperto ad architetti e ingegneri d’Italia e Europa, premierà quelle idee e proposte progettuali - contraddistinte da forte innovazione e mirate all’efficienza, al risparmio energetico e all’utilizzo delle fonti di energia rinnovabili - che si possono attuare nel rispetto delle peculiari caratteristiche del paesaggio mediterraneo.

A contraddistinguere l’edizione 2013 - che si avvale della collaborazione di Ancim, Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e Marina Militare e gode del contributo di Fondazione Nando Peretti, Enel e Trevi Energy - è un coinvolgimento diretto e attivo dei Comuni delle piccole isole, sin dalle prime battute, che ha dato una connotazione territoriale più marcata al progetto. Un questionario ad hoc, in formato multimediale, è stato predisposto dall’Enea per intercettare gli interventi ed i campi d’azione ritenuti prioritari dai Comuni delle Isole Minori. Il Giglio, Capri, Ischia, Ponza, Carloforte, Capoliveri, Santa Marina Salina sono le prime isole che si sono mobilitate per il progetto.

Le aree portuali, l’illuminazione pubblica, gli edifici, la mobilità sostenibile a terra ed in mare e i fari sono i settori d’intervento individuati.

Per la presentazione del bando 2013, presso la sede galleggiante di Marevivo, sono intervenuti Rosalba Giugni, Presidente di Marevivo, Giuseppe De Giorgi, Capo Di Stato Maggiore della Marina Militare, Antonio Agostini, Segretario Generale Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Maddalena Ragni, Direttore Generale Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Roberto Banchini, dirigente Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Carlo Tricoli, Unità Centrale Studi e Strategie Enea, Fabrizio Tomada, dirigente GSE, Livio de Santoli, direttore Citera Università La Sapienza, Mario Corongiu, presidente Ancim, Giannina Usai, segretario generale Ancim. A coordinare i lavori Edo Ronchi, presidente Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. In questa occasione si sono riuniti in assemblea i Sindaci delle Isole Italiane Minori.

In mostra anche alcuni progetti premiati negli scorsi anni – dai mulini high tech alle torri portuali a forma di alberi per captare il vento ai pontili elettrici fino alla tegola fotovoltaica -, che testimoniano la diffusa e crescente sensibilità nei confronti di queste tematiche da parte del mondo delle imprese, degli studenti e degli studi di architettura, ingegneria o di industrial design.

Al bando di concorso internazionale potranno partecipare architetti, ingegneri, industrial designer, studi o gruppi professionali, società di progettazione o equivalenti nei diversi paesi di appartenenza.

I premi sono distinti a seconda della tipologia di progetto (‘mobilità sostenibile a terra ed in mare’, ‘aree portuali’, ‘illuminazione pubblica’, ‘edifici’, e ‘fari’) e saranno consegnati ai vincitori nell’ambito di una manifestazione aperta al pubblico alla presenza della giuria e dei promotori di questa iniziativa.

I progetti dovranno essere presentati entro il 30 settembre 2013 al seguente indirizzo: Gestore dei Servizi Energetici – GSE Spa, viale Maresciallo Pilsudski, 92, 00197 Roma, nelle seguenti modalità: mezzo posta, mezzo corriere o a mano.

Foto Maurizio Riccardi © Agrpress

  • Marevivo - Concorso Sole vento e mare - 25
  • Autore: Maurizio Riccardi
  • Marevivo - Concorso Sole vento e mare - 10
  • Autore: Maurizio Riccardi

Pubblicato in Ambiente
Lea Ricciardi

Lea si occupa di tutto quello che ruota attorno al mondo della comunicazione da diversi anni.
Appassionata di vini e affini, e' diplomata sommelier AIS.

Fotonews

Quentin Tarantino alla Festa del Cinema di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI