Stop trivelle! I turisti petroliferi di Greenpeace in azione a Civitanova Marche

Stop trivelle! I turisti petroliferi di Greenpeace in azione a Civitanova Marche
Il 23 luglio gli “attivisti-turisti” di Greenpeace hanno protestato nei pressi della piattaforma petrolifera Sarago Mare A, a soli 3 km dalla costa di Civitanova Marche, esibendo un grande striscione galleggiante con la scritta “STOP TRIVELLE”.

La protesta pacifica degli attivisti di Greenpeace fa parte della campagna Trivadvisor, una petizione che finora ha raccolto ben 45mila firme, contro i programmi del governo Renzi, che prevedono la realizzazione nell’Adriatico di 11 nuove piattaforme petrolifere: un pozzo di ricerca per petrolio e gas e 10 di estrazione. L'area dove le trivelle sono già all'opera è il doppio della provincia di Pescara.

L’associazione ambientalista ci informa che i progetti di trivellazione non riguardano solo le coste abruzzesi: il Ministero dell’Ambiente ha autorizzato a giugno  ben undici progetti di prospezione di idrocarburi in mare con la tecnica dell’airgun che verranno sviluppati su una vasta area dell’Adriatico e una parte significativa dello Jonio. Inoltre due nuove piattaforme e altre prospezioni sono previste anche nel canale di Sicilia.

Per Greenpeace “quello del Governo è un attacco in piena regola ai nostri meravigliosi litorali”, facilitato dallo Sblocca Italia che semplifica le procedure autorizzative e accentra i poteri, esautorando i governi locali. Secondo gli attivisti si tratta dunque di “uno scempio ambientale, che non è conveniente neppure sotto il profilo economico e sociale”: aumentare il numero delle trivelle non farebbe diminuire la dipendenza dell’Italia dall’estero; le ricadute occupazionali sarebbero modeste, solo poche migliaia; in definitiva una scelta politica che finirebbe per arricchire solo un manciata di aziende petrolifere, mentre ne risulterebbero danneggiati l’ambiente, il turismo e la pesca sostenibile. 

{media load=media,id=181,width=400,display=link,list_item_heading=4} 

 

Pubblicato in Ambiente

Fotonews

Carlo Verdone sul Red Carpet di RomaFF

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI