Un sistema energetico capace di contemperare le varie esigenze

Un sistema energetico capace di contemperare le varie esigenze
La complessità del sistema energetico, che deve contemperare le esigenze della garanzia delle forniture a imprese e famiglie con quelle dell’indipendenza energetica, del contenimento dei prezzi di produzione e distribuzione, del controllo delle emissioni di CO2 nel rispetto delle direttive europee e degli accordi internazionali, è ampiamente analizzata nel n. 2 di “Elementi”, il periodico del GSE -  Gestore dei Servizi Energetici, diretto da Romolo Paradiso (visibile sul sito www.gse.it).

Nando Pasquali, Presidente e Ad di GSE, ritiene prioritaria la tutela del consumatore perché “lo sviluppo di un mercato energetico trasparente e competitivo passa attraverso la buona tutela degli utenti finali come è stato evidenziato dalla Conferenza di Diritto dell’Energia che il GSE organizza, ormai da cinque anni, in collaborazione con l’Università di Roma Tre”

Romolo Paradiso, nella rubrica “Virgolette”, sollecita l’Europa a definire una “politica energetica comune lungimirante che tenga conto dei sommovimenti politico-economici in atto, capaci di stravolgere equilibri tra Stati che solo fino a poco tempo fa apparivano solidi e inviolabili”.

Il Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, afferma che vede nello sviluppo della  produzione termica da rinnovabili e con bioenergia e dell’efficienza energetica, “una bella, pacifica rivoluzione culturale ed economica. Che ci sta conducendo verso un’economia sostenibile capace di produrre benessere, lavoro e tutelare le risorse naturali. L’obbiettivo è che alla riduzione dei costi della tecnologia si aggiunga una riduzione di quelli indiretti”.

Ermete Realacci, Presidente della Commissione Ambiente della Camera dei deputati, considera quella del risparmio energetico, “la partita del futuro”specie per quanto riguarda“la riqualificazione energetica degli edifici pubblici. Inoltre il recepimento della Direttiva UE sull’efficienza può costituire una grossa opportunità, a patto che si definiscano bene i ruoli”.

Guido Bortoni, Presidente dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, è del parere che “una delle principali sfide per il Paese è quella di ritrovare competitività, anche grazie alla riduzione del costo dell’energia per le nostre imprese. Occorre concentrarsi su una vera ‘riduzione della spesa’, diminuendo o eliminando le voci che gravano sugli oneri generali”.

Per Carlo Malacarne, Presidente di Confindustria Energia, “la sicurezza energetica deve essere garantita nel lungo termine. Il nostro sistema è in grado di assicurare  approvvigionamenti stabili e sicuri, ma deve essere messo in condizioni di farlo”.

Chicco Testa, Presidente di Assoeletrica, afferma che “occorre un tentativo serio di riportare tutto il settore energia in termini di mercato e lo si può fare con tre passaggi: l’integrazione delle rinnovabili nel mondo della borsa elettrica, la fine degli incentivi e l’alleggerimento degli oneri di sitema”.

Stig Schǿlset, responsabile Point Carbon (Thomson Reuters) per l’analisi del carbonio, parla del modello previsionale del prezzo della CO2, affermando che lo stesso “indica i possibili impatti della ‘riserva di stabilità’ sull’equilibrio del mercato e sui prezzi della CO2 al 2030”.

Paolo Vigevano, Presidente e Ad di Acquirente Unico S.p.A., la Società controllata dal  Tesoro tramite GSE, sottolinea l’importanza dell’attività svolta dall’AU per contenere i costi sostenuti dagli utenti finali agendo  su quelli che definiscono la “ componente energia”.

Stefano Basseghini, Ad di RSE - Ricerca Sistema Energetico, analizza le scelte di politica energetica attuate dall’Italia negli ultimi anni indirizzate al conseguimento degli obiettivi fissati in campo energetico e ambientale dall’Unione Europea.

Interviste, interventi di approfondimento e rubriche completano il numero 32 di “Elementi”. Tra queste lo “Speciale sull’energia” di Nigeria, Filippine e Vietnam; lo studio sulle fonti rinnovabili in Arabia Saudita; un confronto con Rosa Filippini, Presidente Amici della Terra su ciò che serve all’Italia e all’Europa in campo energetico; un colloquio con Catia Bastioli, Presidente di Kyoto club, sulla bioeconomia; un faccia a faccia con Stefano da Empoli, Presidente I-Com, sull’innovazione energetica; il parere di Claudio Ferrari, Presidente Federesco, sull’efficienza energetica; la rubrica “Elementi Normativi”, che riporta i più importanti provvedimenti in materia energetica; la rubrica “Il mondo di Corrente”, che evidenzia le aziende italiane emergenti distintesi nell’ambito della ricerca e dello sviluppo del sistema delle fonti rinnovabili; “Il Punto” di Jacopo Giliberto su quanto c’è ancora da fare nel settore energetico italiano; una conversazione di Romolo Paradiso sui temi dell’uomo, della società e della cultura con il filosofo di fama mondiale Emanuele Severino; un “racconto” di Edeo De Vincentiis sulla “luce” che, nel 1945, gli ha consentito di fuggire da un campo di prigionia; l’intervista a Piero Galli, Direttore Generale Divisione Gestione Evento di Expo 2015 S.p.A., sulle aspettative della green economy come trampolino per il rilancio dell’economia; il ricordo di Mauro De Vincentiis delle “voci”, o meglio dell’energia in quelle voci, dei radiocronisti Enrico Ameri e Sandro Ciotti e le rubriche “Clima e ambiente”, “Bizzarre energie”, “Biblioteca”, ”Filo di nota” e “Copertina” dedicata alla pittrice Marina Poggi D’Angelo (1910-2001) autorevole protagonista del Tonalismo romano.

Alberto Esposito

Pubblicato in Ambiente

Altro in questa categoria:

Fotonews

Carlo Verdone sul Red Carpet di RomaFF

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI