Antologica di Gianni Testa al Complesso del Vittoriano

Balletto notturno, 1979, olio su tela cm. 90x125, particolare. Balletto notturno, 1979, olio su tela cm. 90x125, particolare.
La mostra antologica del pittore e scultore Gianni Testa, allestita a Roma nella Sala Giubileo del Complesso del Vittoriano (Via San Pietro in Carcere, fino al 12 ottobre), offre l’opportunità al grande pubblico di “riscoprire” un artista (è assente, dal punto espositivo, da alcuni anni dalla Capitale) che ha raggiunto ormai da tempo un ruolo di primo piano nell’arte contemporanea italiana e internazionale.

In ognuno dei circa quaranta dipinti ad olio che compongono l’esposizione è possibile riconoscere la totalità della sua opera nella quale, attraverso un espressionismo evocativo, segno e gestualità gli consentono di superare la dicotomia realtà-astrazione, evanescenza-matericità.

Testa utilizza il colore come rappresentazione interiore per liberarsi dalla materia che diventa  “spirito” della raffigurazione.

La mostra “racconta” gli esiti del lavoro pittorico e il cammino creativo dell’artista che, nel corso della sua lunga “carriera”, ha affrontato e sviluppato un’infinità di temi tra i quali quelli della Divina Commedia, del Sacro, dei Cavalli, dei Paesaggi, delle Nature morte, dei Ritratti e Figure, delle Danzatrici.

Nella presentazione in catalogo (Gangemi Editore), Claudio Strinati, curatore della mostra, osserva, tra l’altro, che talvolta Testa “sbozza l’immagine con grandi campi di colore per cui sembra di vedere alternarsi sulla tela una tendenza a sfumare e una a definire, contigue e come inseparabili. Talvolta questi ‘eserciti’ cromatici si concretizzano con una sorprendente adesione a un forte naturalismo che ci fa vedere grappoli d’uva, metamorfosi di figurazioni ben note come quelle dei cavalli, evocazioni di momenti arcaici, in cui il colore appare come un vento cromatico che spinge delle foglie, che sono le pennellate stesse, a coagularsi in forme di figure, mentre altre volte si nota un sorprendente contrasto tra una potente accensione della cromia e un altrettanto esplicito incupimento della materia pittorica fino ad arrivare a certe visioni urbane in cui lo sguardo si rischiara e la tensione emotiva espressa dal maestro pare placarsi nel nome di momenti meditativi e sereni”.

E lo storico dell’arte Giosuè Allegrini sottolinea che la pittura di Gianni Testa “è governata dal fascino vibrante del colore da intendersi quale rappresentazione interiore, struttura sintattica evocatrice di stati d’animo, pensieri, emozioni. Una matrice espressionista, calata nella spiritualità dell’essere, che può essere decifrata solo attraverso l’impiego di un costrutto onirico. Una chiave di lettura che traguardando al di là della mera fisicità delle umane cose proietta l’osservatore verso una realtà immaginifica, di rara bellezza, modellata a guisa di un ordito che talune volte esalta plasticamente la forza espressiva del colore, donandogli vigore, energia vitale, guizzante e inebriante, talaltre lo rende opulentamente flessuoso, voluttuoso e rasserenante”.

La mostra, organizzata da “Comunicare Organizzando”, è patrocinata dalla Regione Lazio, da Roma Capitale e dal Comune di Francavilla Fontana. 

 

  • Gianni Testa - 8343
  • Autore: Maurizio Riccardi
  • Gianni Testa - Antologica - 8402
  • Autore: Maurizio Riccardi

Pubblicato in Arte
Alberto Esposito

Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei Pubblicisti del Lazio da Marzo 2004.
Si occupa di montaggio, postproduzione, dirette televisive, registrazioni in studio, editing audio e video.
Collabora ed ha collaborato con diversi quotidiani tra cui Italia Sera, La voce e Il Romanista

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI