Cari bambini vi aspettavo! Un video-animazione per scoprire le opere della Galleria Borghese

Cari bambini vi aspettavo! Un video-animazione per scoprire le opere della Galleria Borghese
La storia della Galleria Borghese e delle sue opere è raccontata nel video-animazione a cura delle storiche dell'arte Marzia Di Tanna e Emanuela Mangia con gli occhi di due bambini: Virginia, la nipotina di Bernardino Licinio, tratta dal suo dipinto “Ritratto della famiglia del fratello” e il piccolo “Sonno” dell’Algardi.

I due protagonisti si svegliano da un lungo sonno ed esplorano quadri e sculture della collezione Borghese, spinti da quella curiosità tipica dei bambini, che li porta a notare alcuni particolari iconografici e a imbattersi in numerosi personaggi, come il Cardinal Scipione Borghese, con cui condividono avventure cariche di giochi e sorprese.

La narrazione, strutturata in più episodi, ha lo scopo di creare degli appuntamenti e affezionare bambini e famiglie, attraverso il racconto visivo, al museo.

Il Museo Galleria Borghese, con sede nella Villa Borghese Pinciana, custodisce ed espone una collezione di sculture, bassorilievi e mosaici antichi, nonché dipinti e sculture dal XV al XIX secolo. Tra i capolavori della raccolta, il cui primo e più importante nucleo risale al collezionismo del cardinale Scipione (1579-1633), nipote di Papa Paolo V, ci sono capolavori di Caravaggio, Raffaello, Tiziano, Correggio, Antonello da Messina, Giovanni Bellini e le sculture di Gian Lorenzo Bernini e del Canova.

Alcune delle opere d’arte utilizzate per la sceneggiatura non rientrano, tuttavia, nei percorsi tradizionali di visita. Questa scelta è stata voluta dalle autrici proprio per mettere in risalto dettagli e contenuti che meglio rientrano nel bagaglio di conoscenze infantili, e per incuriosirli e invogliarli a visitare il museo.

Ogni quadro è certamente un testo di apprendimento in pillole, ma rappresenta anche un pretesto per sollecitare lo spirito di osservazione dei bambini. Gli effetti sonori inseriti vogliono appunto stimolarli a scrutare le composizioni, i continui rimandi tra le opere e i rispettivi disegni consentono di memorizzare meglio i soggetti, così le inquadrature acquistano un valore didattico là dove le pause fra una battuta e un’altra, scandiscono i tempi di osservazione.

I disegni dei due protagonisti sovrapposti alle immagini pittoriche, si muovono, sostano, entrano dentro i quadri, generando un rapporto di empatia fra i bambini spettatori e l’opera d’arte, non più percepita come qualcosa di fisicamente distante, ma come uno spazio da vivere dove accendere la propria immaginazione.

Marzia Di Tanna e Emanuela Mangia, con una ventennale esperienza in qualità di Educatrici Museali presso i Servizi Educativi dei musei e le scuole dell’Infanzia e della Primaria, realizzano percorsi ludico-didattici comprensivi di visite guidate e laboratori artistici.

Nel 2012 e nel 2013 hanno curato per Rai Educational le puntate di Baby Tour-Magazzini Einstein dedicate alla Galleria Borghese, al Museo degli Strumenti Musicali, al Portico d’Ottavia e al Museo Etrusco di Villa Giulia e hanno contributo a pubblicazioni destinate al mondo dell’infanzia e della scuola.

Il video - disponibile al link https://www.youtube.com/watch?v=CovhNxWsF_A - invita i bambini alla scoperta delle meraviglie custodite nel Museo Borghese e, in generale, in tutti i musei, luoghi magici, ricchi di colori e storie interessanti.

Un messaggio oggi più che mai attuale, essendo l’insegnamento dell’arte ai più piccoli fondamentale per lo sviluppo della loro creatività e per l’osservazione e la comprensione del mondo circostante. Leggere un’opera d’arte e guardarla con i propri occhi permette infatti al bambino di costruirsi un’opinione personale, di rafforzarne l’autostima e il senso critico e di intraprendere un viaggio indimenticabile.

Pubblicato in Arte

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.