Carpetalogue: quando i tappeti divengono pop-art

M/M(Paris) rinomato studio di design celebra vent’anni di successi con una mostra, The Carpetalogue, presso la Libby Sellers Gallery di Londra dal 10 ottobre fino al 15 dicembre 2012. L’esposizione segna un importante giro di boa per i due fondatori: Michaël Amzalag e Mathias Augustyniak che ripercorrono due decadi di storia del design.

M/M(Paris) rinomato studio di design celebra vent’anni di successi con una mostra, The Carpetalogue, presso la Libby Sellers Gallery di Londra dal 10 ottobre fino al 15 dicembre 2012. L’esposizione  segna un importante giro di boa per i due fondatori: Michaël Amzalag e Mathias Augustyniak che ripercorrono due decadi di storia del design.

Carpetalogue-2012-libby-sellers-gallery

La Libby Sellers Gallery di Londra per celebrare i venti anni di M/M (Paris) e in occasione della pubblicazione del volume M to M of M/M (Paris), ha commissionato al rinomato studio di design parigino una serie di tappeti, esposti in occasione della mostra "The Carpetalogue", in programma dal 10 ottobre fino al 15 dicembre 2012. Michaël Amzalag e Mathias Augustyniak , i due fondatori dello studio definiscono la loro attività come "una fabbrica di immagini e senso". Con un successo che non sembra conoscere battute d’arresto ormai dal 1992, M/M (Paris) ha potuto vantare negli anni un pantheon di prestigiose collaborazioni con il mondo della musica (artisti del calibro di Madonna e Björk), della moda (Yohji Yamamoto è stato uno dei primi clienti dello studio, seguito da Balenciaga, Givenchy e Stella McCartney) e con l'arte contemporanea (da Philippe Parreno e Pierre Huyghe, a istituzioni come la Tate Modern e il Centre Pompidou di Parigi). Universalmente riconosciuti tra i massimi rappresentanti del graphic design del XXI secolo, lo studio ha costruito intorno ai propri lavori un'identità dinamica, complessa e variegata che li riconosce. Dalla vetrina su strada della galleria londinese, che propone sempre progetti ambiziosi e appassionanti, compare l'immagine che da molti anni caratterizza lo studio: i due agenti con la testa a schermo televisivo che rappresentano con una metafora del metodo di lavoro di M/M, la collaborazione tra i due e con il mondo esterno. I due agenti sono riprodotti anche su uno dei quattro tappeti realizzati a mano a Varanasi, in India, e alludono a un'ipotetica copertina per un catalogo immaginario del lavoro di M/M, che prosegue con una pagina/tappeto che unisce un disegno illustrativo realizzato per Givenchy – sul cui sfondo pixelato compare una fotografia astratta che, per contrasto, segnala la convivenza nello studio M/M di un'anima fortemente digitale e di un'altra invece legata a un immaginario visivo fatto di disegni a matita. I tappeti di M/M (Paris) combinano l'abilità di creare forme libere e immaginarie, disegnate a mano – e poi riprodotte digitalmente con composizioni rigorose e geometriche, leitmotif dell'attività dello studio. Un'esposizione, "The Carpetalogue", incentrata su creatività e innovazione: elementi che inaspettatamente rivoluzionano e stravolgono un oggetto comune e quotidiano come il tappeto. La mostra della Libby Sellers celebra così i vent'anni di fervida attività e la pubblicazione della monografia definitiva che ripercorre le tappe del loro lavoro di M/M: considerati tra i designer più influenti e rinomati della loro generazione.

Pubblicato in Arte

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI