Choices Paris, Collectors Weekend | 23-25 maggio 2014

Choices Paris, Collectors Weekend | 23-25 maggio 2014
Sulle orme del già sperimentato programma Gallery Weekend che Berlino riserva da anni agli appassionati d'arte contemporanea, Parigi lancia in questo weekend di metà maggio la sua prima edizione del Choices Paris, Collectors Weekend, fine settimana dedicato ai collezionisti di arti visuali.

La manifestazione gode del patrocinio dal Ministero della Cultura e della Comunicazione, ed è sostenuta dalla scuola di Belle Arti di Parigi e da AXA-ART. Nata da una idea di Marion Papillon, è animata dalla co-curatela del direttore delle Belle Arti, Nicolas Bourriaud, che ha voluto al suo fianco un gruppo di alcuni giovani studenti della scuola.

L'evento ha preso il via venerdì 23 maggio con il Vernissage della mostra collettiva allestita presso il Palais des Beaux-Arts. Esposte al pubblico le opere di 35 artisti presentati da 35 gallerie con sede a Parigi (Palais-Royal, Marais, Saint-Germain des Prés e Belleville). La mostra è aperta al pubblico per l'intera durata della manifestazione. Il programma vede la partecipazione di collezionisti internazionali che invitati da ciascuna galleria sono ospitati presso l'Hotel Maurice, partner dell'operazione insieme alla Fondation d'entreprise Ricard, che partecipa con un proprio programma culturale. I Galleristi, a loro volta, nel corso del fine settimana invitano i collezionisti a visitare le proprie gallerie, luogo di altre esposizioni ove sono esposti artisti internazionali, ponendo un particolare riguardo ad alcuni francesi, spesso poco conosciuti, contribuendo in tal modo a diffondere conoscenze sulla scena artistica di Francia.

Sabato 24 e domenica 25, presso le gallerie partecipanti, in agenda molteplici inaugurazioni che aprono le porte alle mostre in corso, con un fitto calendario di performances, incontri, dibattiti e conferenze, alla presenza degli artisti.

A Saint-Germain des Prés, presso la Galerie Loevenbruck, in mostra sono i lavori dell'artista francese Michel Parmentier, nato nel 1938 e scomparso nel 2000 a Parigi. Dalla grande opera dal titolo 28 avril 1991 (pastello grigio su carta da lucido) esposta al Palais, alla personale riservata all'artista in galleria, ove è possibile approfondire la conoscenza della sua ricerca. Eseguite su carta da lucido (in rotolo), opere di grandi dimensioni hanno dato vita ad uno stile minimalista estremamente elegante. La carta srotolata, a sua volta ripiegata sempre seguendo una stessa dimensione, genera lineari composizioni geometriche, bicolori e alternate: linee orizzontali che si distinguono dal fondo (non trattato) grazie all'uso di matite, pastelli e carboncini dai colori neutri.

A breve distanza, la galleria Natalia Seroussi dedica una mostra personale ad un'altro artista francese, Gil Joseph Wolman, nato nel 1929 e morto nel 1995 a Parigi. In mostra al Palais l'opera dal titolo Opéra du coeur, collage su tela. Parole staccate dai propri supporti originali sono rincollate sulle tele, e con l'uso dello scotch nuovamente strappate: ondulate e modellate come fossero note di spartiti per orchestra. In un susseguirsi di tele, una dietro l'altra, questi spartiti artistici generano altri pensieri e parole, volte all'infinito.

La galleria Odile Ouizman, nata nel 2007, ha invece sede al Marais e sostiene il lavoro di artisti emergenti. Presenta molteplici opere pittoriche, scultoree, fotografiche, video... Per la prima edizione di Choices Paris, la galleria sceglie per la mostra al Palais Tableau 2014, un lavoro di Laurent Pernot, giovane artista nato nel 1980, che vive e lavora a Parigi. L'installazione "immobile" dell'immagine fissa (quadro a parete) al contempo si anima di dinamismo grazie alla azione-non-azione generata dalla figura umana (scultura a dimensione umana) che l'artista pone di fronte al quadro. Nell'immobilità della non-azione, lasciando il corpo fermo in contemplazione di fronte all'immagine non si può, in ogni caso, negare l'azione al pensiero, attività cerebrale attiva nell'ammirazione di un opera.

http://www.choices.fr/

Stefania Brugnaletti

Pubblicato in Arte
Stefania Brugnaletti

Sito web: www.awish.it

Architetto e curatrice di progetti di valorizzazione artistica. Fondatrice di a Wish Consultancy agenzia internazionale offre servizi di consulenza nel settore della creatività (architettura-artecontemporanea-moda). E' persona Interculturale plurilingue orientata verso nuovi indirizzi di ricerca. Esperta consulente d'arte è autrice di testi.

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI