Cultura Legalità=Libertà, l’arte contro le mafie

Si è inaugurata il 20 settembre 2012 presso gli spazi espositivi della Biblioteca Nazionale Centrale, di Roma la tappa romana della mostra d’arte itinerante “Cultura Legalità=Libertà, l’arte contro le mafie”. Artisti della Polizia di Stato insieme ad Artisti del panorama italiano ed internazionale, portatori di un unico messaggio: Dire NO all’illegalità.  

Cultura-Legalita-Liberta

Si è inaugurata il 20 settembre 2012 presso gli spazi espositivi della Biblioteca Nazionale Centrale, di Roma la tappa romana della mostra d’arte itinerante “Cultura Legalità=Libertà, l’arte contro le mafie”.
Artisti della Polizia di Stato insieme ad Artisti del panorama italiano ed internazionale, portatori di un unico messaggio: Dire NO all’illegalità.
La mostra nasce con lo scopo di parlare delle “mafie”, seguendo il monito dell’eroe in prima linea contro la mafia Paolo Borsellino:
“Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene.”
L’arte quindi come filtro della realtà sociale, strumento di libertà attuale e futura per un’inconsueta visione in pillole di ciò che sono state le mafie, di quello che sono oggi e di come si insinuano nel nostro quotidiano. La manifestazione, realizzata dall’ Associazione culturale Arte INdivisa, in collaborazione con Polizia di Stato e la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, in occasione del ventennale delle stragi di Capaci e Via d’Amelio e del trentennale della morte del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, è visitabile al pubblico dal 21 settembre al 18 ottobre 2012 e rappresenta la seconda tappa della mostra itinerante, che ha aperto i battenti il 24 novembre 2011 presso del Museo Regionale delle Scienze Naturali di Torino, prima capitale nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia.
Il progetto, che ha ottenuto il conferimento della medaglia "Premio di rappresentanza", del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, vede i patrocini di Ministero dell’Interno, Regione Lazio, Provincia di Roma, Comune di Roma.
La manifestazione, curata da Roberta Di Chiara, è stata ideata da Arte INdivisa, un’associazione nata dalla volontà di un gruppo di artisti appartenenti al Dipartimento della Pubblica Sicurezza (i Maestri d’arte Claudio Lia, Giorgio Bisanti, Antonio Scarpelli e Roberta Di Chiara) con l’obiettivo di creare una mediazione tra realtà sociale e Istituzione Polizia di Stato attraverso l’arte. L’aggettivo/sostantivo “INdivisa”, per esprimerela volontà di manifestare una sensibilità non svincolata dagli accadimenti del mondo attraverso la visione di chi vive ogni giorno la dimensione sociale indossando un’uniforme. L’arte quindi come incontro tra esperienze e punti di vista differenti ma dialoganti. Da qui l’esigenza di ospitare all’interno della mostra altrettanti artisti del panorama italiano.

Foto © Monica Palermo
  • Cultura Legalità=Libertà
  • Autore: Monica Palermo
  • Cultura Legalità=Libertà
  • Autore: Monica Palermo
Pubblicato in Arte
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti

Fotonews

Premio Socrate 2021

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI