Dieter Roth: prima antologica in Italia

HangarBicocca, lo spazio per l’arte contemporanea di Pirelli, presenta dal 6 novembre 2013 al 9 febbraio 2014, la mostra antologica Islands di Dieter Roth e Björn Roth, il primo progetto espositivo curato dall’Artistic Advisor Vicente Todolí.

dieter-roth

HangarBicocca, lo spazio per l’arte contemporanea di Pirelli, presenta dal 6 novembre 2013 al 9 febbraio 2014, la mostra antologica Islands di Dieter Roth e Björn Roth, il primo progetto espositivo curato dall’Artistic Advisor Vicente Todolí.

La rassegna propone per la prima volta in Italia oltre 50 opere di Dieter Roth (Hannover, 1930 – Basilea, 1998), figura di riferimento della scena internazionale degli ultimi cinquant’anni, ed è realizzata in collaborazione con il figlio Björn. Il percorso espositivo, reso unico dalla presenza di imponenti installazioni in dialogo con lo spazio ex industriale di HangarBicocca, guiderà il pubblico attraverso “isole tematiche” nell’universo creativo multidisciplinare e geniale dell’artista che con il suo lavoro ha radicalmente rivoluzionato il modo di fare e guardare l’arte.

Una continuità che è presente in tutti i lavori in mostra, come The Floor I (1973-1992) e The Floor II (1977-1998) due opere costituite dai pavimenti degli studi islandesi dell’artista qui decontestualizzati e trasformati in immagini astratte, installati a fianco di una vera e propria cucina (New York Kitchen, 2013), utilizzata dallo staff di Roth anche per la realizzazione di alcune delle opere esposte.

Ricercatore insaziabile in ogni campo della creatività e del sapere (era grafico, poeta, esperto di musica e designer), Dieter Roth ha esplorato tutte le tecniche e le tipologie d’arte unendo in opere totali pittura, scultura, editoria, fotografia, video e suono. Affascinato dai meccanismi di trasformazione, Roth ha utilizzato nei suoi lavori la più ampia varietà di materiali e oggetti come utensili, elementi d’arredo, monitor e cibo in un processo di continua mutabilità del lavoro. Le sue opere realizzate con cioccolato e zucchero di cui in mostra saranno presenti le due torri alte più di 5 metri Zuckerturm (Sugar Tower), 1994-2013, e Selbstturm (Self Tower), 1994-2013 composte da piccole sculture-autoritratto e zoomorfe, gli sono valse la definizione di bizzarro “Willy Wonka” (da Christian Viveros-Fauné su The Village Voice).

L’interesse per le caratteristiche olfattive, cromatiche e plastiche dei materiali organici e per la loro degenerazione lo ha portato a trasformare una vecchia casa di Amburgo nello Schimmelmuseum (Museo della Muffa), un luogo espositivo aperto al pubblico fino al 2004, dove l’artista ha esposto le produzioni realizzate principalmente tra il 1964 e il 1971.

La visione artistica di Roth, che comprende il sapere e il fare, l’esperienza e la manualità in elaborazioni performative, sarà integralmente riportata in HangarBicocca. Durante l’allestimento i 4.500 metri quadrati di spazio espositivo che accoglieranno la mostra, si trasformeranno in un laboratorio, una bottega artigiana dove la “dinastia Roth” continuerà a tramandare i modi di produrre un’arte in divenire.

Le opere verranno non solo installate ma anche, in alcuni casi, prodotte dal figlio Björn, che ha lavorato col padre per oltre trent’anni, e dai collaboratori storici dell’artista – fra questi anche i nipoti Oddur ed Einar – abbattendo le barriere tra lo spazio istituzionale e quello personale. Alcuni dei lavori esposti rappresentano il frutto della collaborazione tra l’artista e il figlio, come la serie dei Material Pictures,assemblaggi composti da pittura astratta e sovrapposizioni materiche come abiti, stoffa e strumenti o come Grosse Tischruine (Large Table Ruin), opera iniziata nel 1978 e concepita come un organismo in perenne trasformazione che nasce dall’accumulo di oggetti sul grande tavolo da lavoro dello stesso Roth, disposti in modo diverso per ogni esposizione.

Pubblicato in Arte

Fotonews

Premio Socrate 2021

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI