Doris Salcedo. Plegaria muda

Per entrare pienamente nello spirito dell’opera di Doris Salcedo visibile al MAXXI di Roma bisogna giungere al museo in preghiera muta, come se fossimo in un mausoleo.

10 SALCEDO PlegariaMuda foto Jason Mandella

Per entrare pienamente nello spirito dell’opera di Doris Salcedo visibile al MAXXI di Roma bisogna giungere al museo in preghiera muta, come se fossimo in un mausoleo.
L’ esposizione, in mostra fino al 24 giugno 2012, curata da Monia Trombetta è parte integrante di un progetto itinerante curato da Isabel Carlos, commissionato dalla CAM Fundação Calouste Gulbenkian di Lisbona e dal Museet, Malmö, prodotto in collaborazione con il MAXXI, MUAC, Museo Universitario Arte Contemporaneo di Città del Messico e la Pinacoteca do Estado di San Paolo.
Una installazione, che è soprattutto scultura, di forte impatto emotivo, costituita da oltre 120 pezzi, dei quali 20 entreranno a far parte della collezione del Museo, attraverso la quale Doris Salcedo analizza il tema del dolore, delle morti violente, della violenza politica.
L’opera che, come afferma Doris, è frutto di una meditazione sul tema, iniziata nel 2004, quando dopo un soggiorno a Los Angeles, ha potuto cogliere le affinità che accomunano luoghi spesso molto lontani, come il degrado delle periferie o le violenze urbane.
Definisce la sua patria, la Colombia, come la patria dei morti senza sepoltura, delle fosse comuni, non a caso in Plegaria Muda l’artista analizza il tema della morte utilizzando delle coppie di tavoli, separate da un mucchio di terra, che diventano feretri, dai quali nascono temerari germogli di vita.  
Attraverso questa opera l’artista lascia una traccia, un tentativo di commemorazione, conservazione e preservazione di presenze passate nei confronti di chi non ha, né potrà, avere una degna sepoltura.

Museo MAXXI, Roma
Dal 15 marzo 2012 al 24 giugno 2012.

Maila Marasco

Pubblicato in Arte

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI