Esposizione 'Flamme Eternelle' di Thomas Hirshhorne al Palais de Tokyo

Esposizione 'Flamme Eternelle' di Thomas Hirshhorne al Palais de Tokyo
Creare uno spazio pubblico dentro l'istituzione pubblica che lo accoglie: questo lo spirito che anima 'Flamme Eternelle', opera dell'artista svizzero Thomas Hirshhorn, grande installazione realizzata all'interno del Palais de Tokyo, museo d'arte contemporanea della città di Parigi.

Presenza e produzione, uno dei quattro principi che governano l'installazione è la non programmazione. Uno spazio pensato come luogo di dialogo, d'incontro e di conversazione. Spazio entro il quale essere, restare e passare del tempo; uno spazio per riflettere.

Frammento di metropoli moderna, ricostruito grazie a questa grandissima installazione che si sviluppa per l'intero piano seminterrato del museo, quel che si presenta al visitatore si configura come un lavoro attivo, un 'fare' la cui attività non si arresta mai. Azione costante che diviene, per volontà dell'artista che l'ha generata, l'attività della riflessione. E per permettere che questo accada, l'ingresso a questa mostra-installazione è gratuito. E' un luogo ove recarsi e restare, ove trascorrere il proprio tempo. Uno spazio che resta aperto tutto il giorno, fino a mezzanotte.

L'impatto già all'ingresso si presenta fortemente espressivo: montagne di pneumatici si ergono davanti agli occhi del visitatore. L'aspro odore di pneumatico, come si fosse giunti in una grande discarica di autovetture, perfora acremente le narici. Scendendo le scale dalle pareti delimitate da pneumatici impilati l'uno sull'altro, ci si chiede cosa sia tutto ciò. L'istinto porterebbe a cambiare direzione, eppure all'orizzonte qualcosa cattura l'attenzione, e la curiosità, più forte, spinge ad andare oltre, a scoprire cosa ci sia al di là di quelle masse di pneumatici dai quali pervengono, sempre più forti, acri odori. E' uno spazio quanto mai inusuale quello che si apre agli occhi del pubblico: disimpegni introducono a diversi vani e molteplici corridoi si snodano in questo spazio articolato per settori. Uno spazio che prende forma dalla casualità, in un working in progress che muta di momento in momento, nutrendosi del contributo di ogni essere umano che passa, e che lascia il suo segno nel tempo. Esattamente come accade nella realtà, nel tempo scandito dai ritmi  della vita quotidiana, allo scorrere di ogni istante lo scenario dell'installazione cambia. Spazi metropolitani, piazze aperte e luoghi chiusi, simulando i luoghi della memoria. Bistrò con tavolini e sgabelli, salotti per dibattiti, laboratori formativi, biblioteche, sale attrezzate con computer e stampanti ove riprodurre immagini di vita comune, e tanto altro.

Il pubblico è invitato a partecipare direttamente: sparsi sui tavoli carte, matite, colori, rotoli di scotch, forbici, collanti, pannelli di polistirolo, utensili da bricolage... Sagome umane scolpite nelle masse di polistirolo, pensieri scritti su centinaia di fogli di carta appesi lungo le pareti degli ambienti, in un susseguirsi di frammenti di vita comune raccontati grazie all'uso di mezzi ordinari, messi a disposizione del visitatore ad ogni angolo dell'installazione. Profili di vita quotidiana che prendono corpo grazie alle testimonianze lasciate da ogni singolo individuo che passa, il quale offrendo il proprio contributo rende l'installazione vitale.

Lasciando la testimonianza dei propri pensieri, liberando istinti creativi, e consegnando al disegno l'espressione della propria vena creativa, il pubblico diviene a sua volta artista-protagonista in questa entusiasmante esperienza artistica. Opinioni scritte e parlate generano uno spazio che diviene il luogo dei pensieri e delle riflessioni, che fanno dell'esposizione un'esperienza individuale al contempo collettiva.

www.flammeeternelle.com

Pubblicato in Arte
Stefania Brugnaletti

Sito web: www.awish.it

Architetto e curatrice di progetti di valorizzazione artistica. Fondatrice di a Wish Consultancy agenzia internazionale offre servizi di consulenza nel settore della creatività (architettura-artecontemporanea-moda). E' persona Interculturale plurilingue orientata verso nuovi indirizzi di ricerca. Esperta consulente d'arte è autrice di testi.

Fotonews

Quentin Tarantino alla Festa del Cinema di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI