Fondazione Pino Pascali presenta Compagni di Strada

L’opera di Pino Pascali è stata presentata – nelle numerose mostre a lui dedicate dopo la sua precoce scomparsa – quasi sempre isolata dal contesto nel quale l’artista si trovò ad operare – la Roma del periodo compreso tra la fine degli anni ’50 e il 1968 – in cui la capitale conobbe uno straordinario e proficuo avvicendarsi di eventi artistici.

1 Mario-Ceroli-Laria-di-D

L’opera di Pino Pascali è stata presentata – nelle numerose mostre a lui dedicate dopo la sua precoce scomparsa – quasi sempre isolata dal contesto nel quale l’artista si trovò ad operare – la Roma del periodo compreso tra la fine degli anni ’50 e il 1968 – in cui la capitale conobbe uno straordinario e proficuo avvicendarsi di eventi artistici.

Nell’esposizione Roma anni ’60 (Roma, Palazzo delle Esposizioni, dicembre 1990-febbraio 1991), il clima fervido di quegli anni è stato rievocato in maniera circostanziata, attraverso le opere in mostra e i saggi e le interviste in catalogo. Anche alcune più recenti iniziative espositive, sebbene in maniera meno ampia, hanno dato conto di quella stagione per molti aspetti irripetibile.

La mostra, che si terrà fino al 26 gennaio 2014 a Polignano a Mare nella nuova sede della Fondazione Museo Pino Pascali, la cui mission è conservare la memoria dell’opera dell’artista pugliese prematuramente scomparso, vuole far conoscere – attraverso una selezione di lavori dei suoi “compagni di strada” (artisti noti a livello internazionale oggi ancora attivi come Kounellis, Ceroli, Fioroni, Lombardo, Mambor, Tacchi, o ormai scomparsi come Schifano, Angeli, Festa) – ciò che accadeva intorno a lui.

Tutto ciò per offrire un quadro delle reciproche influenze tra i protagonisti delle vicende artistiche di quel periodo, dei temi che affrontarono e dei modelli cui si ispirarono, dell’eredità che hanno lasciato alle generazioni successive.

Per ognuno degli artisti si presenteranno due opere, una del periodo compreso tra l’inizio degli anni ’60 e il 1968, e l’altra di epoca successiva, che darà conto anche se in maniera sintetica degli sviluppi delle premesse delle loro ricerche.

Pubblicato in Arte

Fotonews

Conferenza Stampa Festa della Musica

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI