I vasi coreani Celadon alla Triennale di Milano

I vasi coreani Celadon alla Triennale di Milano
Fino al 23 agosto 2015 la Triennale di Milano ospita in anteprima la “Design Shin Myeong - Korea’s Phantasma”, una delle 9 esposizioni della coreana Gwangju Design Biennale 2015.

L'evento porta a Milano una delle 9 esposizioni della 6 edizione della Gwangju Design Biennale (Corea, dal 15 Ottobre al 13 Novembre),  centrata su nuove creazioni di vasi Celadon: la tradizione antica si incontra e si confronta in prodotti di altissima gamma, ideati da artisti e designer internazionali, che hanno collaborato con le aziende ceramiste più famose di Gwangju. Il fine è quello di mettere in luce il design coreano, al quale si aggiunge il valore e il know-how degli artisti italiani che sono stati chiamati ad innovare l'identità culturale: il design moderno deve vivere di ricerca e di metodologie basate sulla cultura asiatica, non solo di Corea, ma anche di Giappone e Cina, nuovi palcoscenici dell'economia mondiale e antichi e attuali palcoscenici della porcellana Celadon.

50 tra artisti e designer, 25 italiani e 25 coreani, hanno decorato con graffiti e incisioni i vasi Celadon creati da Kajn Lee, talento emergente di questa lunga tradizione. Il termine Celadon identifica sia il tipico colore verde smaltato che la porcellana stessa, originaria della Cina del secondo secolo ma diventata famosa in Corea dove sono stati creati i capolavori più rari, nel dodicesimo e tredicesimo secolo. Kajn Lee ha disegnato le opere, tutte della stessa forma e ne ha curato la decorazione, realizzandone tre copie per ciascuna. Una copia di ogni vaso verrà battuta all’asta, al termine della Biennale coreana, e il ricavato devoluto al programma per l'Infanzia dell'UNESCO. 

I 25 artisti e designer italiani sono: Laura Agnoletto, Cinzia Anguissola, Alberto Biagetti, Mattia Bosco, Sergio Calatroni, Pierangelo Caramia, Gianni Celli, Aldo Cibic  Matteo Cibic, Titti Cusatelli, Riccardo Dalisi, Duilio Forte, Piero Gaeta, Massimo Giacon, Anna Gili, Alessandro Guerriero, Maria Christina Hamel, Giulio Iachetti  Giovanni Levanti, Alessandro Mendini, Angelo Micheli, Franco Raggi, Prospero Rasulo, Marzio Rusconi Clerici, Luca Scacchetti. L'allestimento della mostra è dell'architetto Seung Hyo Sang, coordinatrice della parte italiana è la designer Yuong Hee Cha, direttrice generale della mostra è Kyoung Ran Choi.

L’ingresso è gratuito

La Triennale di Milano è l’istituzione italiana per l’architettura, le arti decorative e visive, il design, la moda e la produzione audiovisiva; è un centro di produzione culturale che organizza convegni, rassegne cinematografiche, esposizione itineranti e mostre. Essa ha sede a Milano nel Palazzo dell'Arte, progettato da Giovanni Muzio e concepito come contenitore estremamente flessibile, ed è nata come panoramica delle arti decorative e industriali moderne, con l'intento di stimolare il rapporto tra industria, settori produttivi, arti applicate. La Triennale di Milano si è ben presto rivelata specchio della cultura artistica e architettonica in Italia e una delle maggiori sedi di confronto fra le tendenze emergenti. 

 

Pubblicato in Arte

Fotonews

Premio Socrate 2021

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI