"Il Cuore della Madre". Viaggio nella dimensione sacra del femminille

"Circuiti barocchi" "Circuiti barocchi"
L’Associazione Culturale "Roma Underground Art", in collaborazione con l’Associazione Olistica "Faciviltà", presenta l’esposizione collettiva di pittura, intarsio e disegno “Il Cuore della Madre - Viaggio Evento spazio temporale nella dimensione sacra del femminile”

La mostra avrà luogo presso la "Roma Underground Art - Maggiore International Gallery", un gioiello espositivo nel centro di Roma, fra  il Rione Monti e lo storico quartiere Esquilino, posizionato proprio di fronte alla Basilica di Santa Maria Maggiore, pietra miliare della cristianità e cuore pulsante della romanità. 

La rassegna espositiva, a cura della storica e critica d’arte Laura Salerno, è incentrata sull’espressione e sull’esplorazione figurativa e spirituale della sacrale figura della Madre, concepita nella sua valenza di generatrice di vita, procreatrice d’amore e “regina delle soluzioni”, intendendo immortalarne l’affascinante universo attraverso differenti stilemi compositivi e varie tecniche esecutive che si intrecceranno vivificando un appassionante compendio artistico finalizzato ad omaggiare l’essenza della Mater nella sua veste sia spirituale sia profana, religiosa e laica.

Un itinerario artistico e culturale fondato sui principi sanciti dall’olismo, complessa interdisciplinarietà di pratiche connesse al benessere della mente, del corpo e dello spirito, volta alla creazione della gioia e dell’armonia interiore degli individui in vista di un radicale, profondo miglioramento della società. 

L’evento accoglierà opere che rappresentano o interpretano l’essenza figurativa del concetto di Madre quale suprema creatrice di vita, messaggera di incondizionato amore, foriera di pace e di speranza, “trait d’union” fra i popoli, e, in generale, creazioni che si rifanno all’Astrattismo lirico, all’Espressionismo astratto, all’Olismo, all’Assemblage, alla Ritrattistica, all’Intarsio ligneo, alla Pittura Energetica, per illustrare specificamente un discorso artistico volto alla rappresentazione dei concetti di amore, spiritualità ed armonia.

Un esempio è rappresentato dai “Circuiti barocchi” dell’artista Maria Isabella Safarik. Un’esteriorizzazione della materia invisibile della tecnologia per evocare le emozioni legate al suo essere. Un circuito che, come un’icona, si staglia su un fondo d'oro assumendo sacralità e dignità artistica. Il fascino della decostruzione procede di pari passo con la suggestione del progresso. Il cuore dell'oggetto è nascosto alla vista. L'anima dell'uomo vive nel corpo. La vita merita una ricca cornice, specchio di un profondo spirito. La spiritualità è ovunque si percepisca che qualcosa di individuale può essere proiettata. L'estrazione del visibile dall'invisibile produce suggestioni tangibili. Le nostre emozioni sono proiettate sugli oggetti che s'illuminano e suonano, calde come l’oro. Un telefono cellulare può contenere la madre, il fratello, un amico, dei viaggi, delle foto. Ogni ignaro circuito ha tanta memoria. L'anima al corpo e l’inanimato ha un'anima. I conduttori di emozioni vibrano continuamente.

L’inaugurazione della mostra avrà luogo mercoledì 18 Maggio alle 17.00 e prevederà la presentazione critica delle opere in mostra, un rinfresco di benvenuto ed un ciclo di conferenze a tema olistico curate e moderate da Isabella Pilenga, Presidente dell’Associazione Olistica “Faciviltà”.
Introduce Mario Gentile, Presidente dell’Associazione Culturale “Roma Underground Art”

Le opere esposte sono degli artisti  Wanda Bettozzi, Marina Calzolari, Nadia Cesarini, Giovanna Demegni, Gianna Formato, Federica Frassetto, Giulia Galassi, Roberto Gallo, Andrea Marinelli, Carlo Porcarelli, Maria Isabella Safarik, Floriana Ventura.

Nel corso della manifestazione espositiva ci saranno, conferenze, seminari, simposi e presentazioni letterarie a tema olistico, ogni giorno a partire dalle ore 17.
La mostra sarà visitabile da giovedì 19  a martedì 24 maggio dalle 12.00 alle 22.00.

Pubblicato in Arte

Fotonews

Quentin Tarantino alla Festa del Cinema di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI