Il mistero di Leonardo: La Gioconda perduta e ritrovata

La Mona Lisa precedente, è il nome con cui è stato presentato a Ginevra, dalla Mona Lisa Foundation, il dipinto che raffigura la celebre Gioconda in età giovanile e con un sorriso più ampio. L'opera datata intorno al 1503, precede di più di un decennio la realizzazione della sua più nota controparte: destando curiosità e ipotesi sulla figura di Leonardo.

Mona-Lisa-Precendente

La Mona Lisa precedente, è il nome con cui è stato presentato a Ginevra, dalla Mona Lisa Foundation, il dipinto che raffigura la celebre Gioconda in età giovanile e con un sorriso più ampio. L'opera datata intorno al 1503, precede di più di un decennio la realizzazione della sua più nota controparte: destando curiosità e ipotesi sulla figura di Leonardo.

Il 28 settembre è stata presentata a Ginevra dalla Mona Lisa Foundation, una tela incompiuta che sembrerebbe essere a tutti gli effetti una versione antecedente, e mai ultimata, del celebre ritratto eseguito da Leonardo Da Vinci. La “Mona Lisa precedente”, meglio nota come “Isleworth Mona Lisa”, sarebbe stata dipinta, secondo diversi scritti piuttosto attendibili, intorno al 1503, per Francesco Giocondo e che ritrae lo stesso soggetto femminile più giovane e con un sorriso più ampio e evidente della versione del 1517, realizzata per Giuliano De' Medici e divenuta uno dei capolavori simbolo dell'estro di Leonardo. La Gioconda, infatti, è una delle opere più iconiche e rappresentative del concetto stesso di arte. Sebbene vi siano alcune incertezze sull'autenticità dell'opera, innegabili sono tuttavia i particolari che permettono di accostare e sovrapporre i due dipinti. Un’ ipotesi affascinante e ricca di mistero, che va ad aggiungere suggestivi risvolti intorno alla storia riguardante la realizzazione del famoso dipinto. Dai primi esami condotti, Carlo Pedretti, direttore del Centro Armand Hammer for Leonardo Studies, e Alessandro Vezzosi direttore dell' Museo Ideale Leonardo Da Vinci, ritengono che possa trattarsi con buona probabilità, di una Mona Lisa antecendente. Infatti secondo i risultati emersi dagli esami che accertano il grado "di invecchiamento della tela" desumendone la datazione di realizzazione con una significativa esattezza, pare che il dipinto possa effettivamente risalire al 1503. Questa, è anche la tesi riportata nel libro presentato dalla Mona Lisa Foundation a Ginevra. Tuttavia, i dettagli che si accumulano riguardo la storia della Isleworth Mona Lisa, appaiono piuttosto enigmatici, incompleti e assolutamente degni di uno dei romanzi di Dan Brown. Come le circostanze del ritrovamento della presunta prima versione de La Gioconda: recuperata nel 1913 durante la Prima Guerra Mondiale, all’interno della proprietà di un nobile inglese; e poi spedita negli Stati Uniti per volere di Henry Pulitzer. In seguito, La Mona Lisa precedente, è stata custodita gelosamente all’interno di un caveau in Svizzera e dopo decenni venne poi acquistata da un consorzio che, ad oggi, ha preferito restare anonimo, ma che l’ha affidata alla fondazione affinché ne appurasse l’autenticità. Un mistero che per ora non sembra avere una soluzione definitiva, ma soltanto ipotesi indiziarie basate su alcune corrispondenze. Nonostante siano passati quasi cinque secoli, il sorriso della Gioconda non solo dimostra di aver conservato un fascino che ha resistito al tempo, ma di nascondere dietro quell’espressione così enigmatica delle verità non ancora del tutto chiare.

Luigi Paolicelli

Pubblicato in Arte

Fotonews

Paillettes sorridenti

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI