Katre, la street art fuori dal tempo

Ivry factory / particolare Ivry factory / particolare foto per cortesia di Artsuggest
Quatre, Katre o semplicemente 4. Ecco come si firma lo street artist parigino Antonin Giverne che dagli esordi negli anni 90, da studente di arti plastiche e graffitaro - pratica che continua ancora collaborando in diversi collettivi - oggi è diventato uno dei più interessanti artisti urbani a livello internazionale.

Presente su diverse scene, Katre è attualmente in mostra con Reso a Montpellier presso la galleria Montana e on line su Artsuggest (considerato tra i migliori siti d’arte in Internet dalla rivista BeauxArts). Inoltre, Katre è stato chiamato a Shangai per un’esclusivo e inedito progetto organizzato dalla galleria di Magda Danysz insieme ad altri nomi noti quali SETH, Thomas Canto, YZ, TANC, Poesia, Ludo, Andre+Futura, L’Atlas e JonOne. “Look Through” è il titolo di quest’evento straodinario in Cina, ideato per il decimo anniversario del Bund18.

Un lavoro perfetto per l’artista parigino, da sempre appassionato dai terreni incolti, dagli edifici distrutti e abbandonati, dai luoghi carici d’emozioni, che immortala con le sue foto da oltre 10 anni. Le immagini che scatta sono il punto di partenza delle sue opere. Un processo artistico suddiviso in tappe stabilite, il cui risultato è ogni volta diverso e sorpendente. Katre fotografa un edificio distrutto, disabitato, consumato dall’uomo e dal tempo. Le immagini vengono stampate in bianco e nero del formato adatto alla superficie e/o luogo dove andrà a opererare : tela, carta, lastre di alluminio, pareti d’immobili o facciate intere d’edifici.

Sulle foto incollate, Katre interviene mescolando graffiti potenti e delicati: il suo gesto artistico rianima questi spazi deserti con una potente energia, in armonia perfetta con lo spazio. A queste immagini l’artista talvolta aggiunge suppellettili varie (sedie, calcinacci, resti di mobilio), per dar vita a delle installazioni dinamiche, in 3D, dove gli elementi intergascono con lo spazio reale e quello fittizio della fotografia : elementi materiali tangibili, che sembrano uscire dalle pareti quasi per effetto di una deflagrazione.

A queste performances, Katre abbina un lavoro più d'atelier, come quello presentato dalla galleria d’arte web Artsugget. Come sostiene l’ideatore del sito Ulrich Delepee, in queste opere su carta “si ritrova tutto il suo universo, i lettering colorati, energici, folgoranti che spezzano la geometria delle linee dei fondi monocromi che utilizza come matrici”. La lavorazione delle fotografie attraverso la sovrapposizione di colore, di segni e di scritte esplosive, non ne annulla il punto di vista, il forte senso della prospettiva e dell’inquadratura. Un’estetica della rielaborazione di un luogo in un altro luogo/superficie, che pone le opere di Katre fuori dallo spazio e dal tempo: non a caso i suoi due libri si intitolano “Hors du temps”. 

 

Katre / sito ufficiale

Artsugget 

Video “Look Through”/ Katre  

 

 

Pubblicato in Arte
Cristina Biordi

Giornalista professionista, documentarista, curatrice di mostre, appassionata ed esperta d’arte, cinema, teatro, letteratura, fotografia, enogastronomia, con 15 anni d’esperienza nel settore dell’energia e dell’ecologia. Ovvero: è terribilmente curiosa! Dalla Città Eterna si è trasferita nella Ville Lumière, dove è titolare dell’agenzia Labi communication, e come Joséphine Baker ha due amori: l’Italia e Paris. 

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI