La Poesia del Made in Italy

La Poesia del Made in Italy
Si è conclusa il 27 gennaio, la manifestazione fieristica che con cadenza semestrale Parigi dedica alla decorazione d'interni.

Grazie ad un'iniziativa promozionale, lanciata dall'ICE nel 2013, anche a questa edizione la partecipazione dell'Italia è stata rilevante. Grande riscontro hanno ottenuto gli espositori italiani, raggruppati per settori, che hanno presentato una selezionata rassegna di prodotti. Gli stands dei diversi consorzi, disseminati tra i vari padiglioni, hanno mostrato a un vasto pubblico internazionale le ultime novità, sorprendendo per l'elevato livello di estetica e qualità. 

Ovunque, la voglia di respirare aria italiana mentre una sola parola sembra calcare la scena : artigianato, definizione fondamentale del brand Italia. Tutto l'apparato organizzativo sembra dunque ruotare intorno al sistema produttivo del 'fatto a mano' e le parole d'ordine sono : 'recupero' del valore del lavoro artigianale e 'valorizzazione' intesa quale risorsa primaria, fonte di ricchezza unica e rara.

Da ogni tempo, la creatività nel Bel Paese si è contraddistinta per l'elevata qualità, alla ricerca della bellezza. Onorare la lavorazione artigianale significa raccontare la storia di una nazione, esaltarne le capacità, e nel caso dell'Italia, descriverne le poesie e ascoltarne le melodie. Un valore etico e sociale, autentico, che fonda sull'ingegno e sulla maestria l'etica morale di un Paese che nella storia si è caratterizzato per la cultura della 'materia'.

Ecco, allora, che le 'note' di Venezia si sollevano dalle memorie nell'ammirare 'i Flauti', preziosa collezione di lampade realizzate con delicati vetri di Murano, dalle sfumature tenui o accese che rimandano ai colori delle bellezze naturali di una terra di meraviglie, immersa nelle acque del mediterraneo. Il sogno di due designers, Giopato e Coombes, che diviene realtà, grazie alla collaborazione di artigiani che tramandano secolari e preziose lavorazioni tradizionali.  Guardando al futuro, impiegando i led, fonti di luce contemporanee, con slancio e passione per il design, per la storia, per l'innovazione... Prende così corpo una collezione vivace, intrisa di genialità creativa e moderna, che sa dialogare con il linguaggio di un popolo di artigiani, di geni e inventori ovvero con una popolazione che non finisce mai di stupire (www.giapatocoombes.com).

E tutto sembra gravitare intorno a questa formidabile abilità di unire capacità artigianale a competenze manifatturiere, duplice aspetto sul quale puntano anche altri instancabili imprenditori italiani, qui bandiera di creazioni magistrali che guardano al valore della materia, alla maniera dell'eccellenza italiana.

Spiccano tra i materiali per le pavimentazioni le 'graniglie' prodotte dall'azienda Mipa (Ravarino-Modena) che lancia qui a Parigi, in anteprima mondiale, la nuova collezione 'Decori' con riferimenti che rimandano ai disegni delle storiche formelle di graniglia dell'800 e del '900. Oggi, rivisti in chiave moderna, in un confronto tra passato e futuro, i molteplici fregi si offrono ai creativi per le realizzazioni di pavimentazioni 'storiche' in contesti contemporanei. Materie prime selezionate seguendo criteri ecosostenibili : sono polveri di marmo pregiato, provenienti dalle migliori cave che hanno sede in Italia, assemblate attraverso molteplici stampi realizzati con diversi metalli, su misura (www.mipadesign.it).

E grazie all'impiego del ferro battuto, rifinito in ottone brunito, tra metalli preziosi e lavorazioni straordinarie, prende vita TRONU, trono maestoso realizzato dalla romana designer Barbara Abaterusso, ricamato a mano con fili di lana, solennemente circondato da lignei pannelli intarsiati, MPERATURE, ZZITU e ZZITA, impreziositi da applicazioni a foglia d'oro zecchino con la tecnica del legno laccato, patinato a cera.    

Pubblicato in Arte
Stefania Brugnaletti

Sito web: www.awish.it

Architetto e curatrice di progetti di valorizzazione artistica. Fondatrice di a Wish Consultancy agenzia internazionale offre servizi di consulenza nel settore della creatività (architettura-artecontemporanea-moda). E' persona Interculturale plurilingue orientata verso nuovi indirizzi di ricerca. Esperta consulente d'arte è autrice di testi.

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI