La “Vox populi” di Piero Mascetti

Dopo sei anni, l’artista romano Piero Mascetti (classe 1963)  torna nella Galleria Edarcom Europa, in Via Macedonia 12 a Roma, con una serie di opere realizzate negli ultimi tre anni, per lo più inedite, raccolte sotto il titolo “Vox populi” (inaugurazione venerdì 7 marzo alle ore 18,30).

Mascetti-vox-populi

Dopo sei anni, l’artista romano Piero Mascetti (classe 1963)  torna nella Galleria Edarcom Europa, in Via Macedonia 12 a Roma, con una serie di opere realizzate negli ultimi tre anni, per lo più inedite, raccolte sotto il titolo “Vox populi” (inaugurazione venerdì 7 marzo alle ore 18,30).

L'esposizione prende il titolo dal suo dipinto più recente, "Vox populi", nel quale “con l'ormai famoso registro coloristico e gestuale, Mascetti reagisce agli eventi più recenti della politica e della società italiana: l'abuso ormai sfacciato di un interesse supremo della nazione e del suo popolo, utilizzato per far si che proprio quel popolo, di cui tanti tengono ad autodefinirsi protettori, venga tenuto sempre meno in considerazione a vantaggio di beceri interessi particolari”. Concetti espressi attraverso una elaborazione astratta di forme liberamente impiegate per creare una immagine pittorica capace di visualizzare la sua verità in virtù di una tavolozza giocata sulla luminosità del colore usato come soluzione spaziale. L’organizzazione delle superfici tende alla semplificazione dello spazio la cui profondità è scandita dai rapporti di intensità cromatica sviluppata in piani successivi.

Il senso e le varie accezioni della sua ricerca è esaustivamente esplicitata dalle opere "America spoon", "Flagrante delitto d'evoluzione", "Notturno occidentale" che “descrivono la percezione nervosa di una realtà in movimento verso un futuro incerto e decisivo, in cui il pittore uomo fa i conti con le proprie idee, le proprie incertezze e le proprie azioni, rimettendo in discussione tutto nella ricerca di un linguaggio puro e magnetico” e da quelle opere, come "Stanza calda con cuscino rosso" o "Da vergine a sposa" o "Carnale donna occidentale", nelle quali i riferimenti passionali e poetici della sua pittura si rivela saldamente inserita nel panorama artistico non solo nazionale.

Numerose le personali allestite da Piero Mascetti in varie città d’Italia e all’estero (Atene, Bruxelles) e le sue partecipazioni a prestigiose Rassegne nazionali e internazionali d’Arte, tra le quali la XIV Quadriennale Nazionale di Roma, il Premio della Camera dei Deputati per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, il XXXI Premio Sulmona e le rassegne allestite al Taaz Palace de Il Cairo in Egitto, all’Old Jaffa Museum di Tel Aviv in Israele e alla Heniu Art Gallery in Cina. Nel 2008 a Piero Mascetti, in occasione della XXXVIII Edizione della Giornata d’Europa, è stato conferito a Roma in Campidoglio il “Premio Personalità Europea” per la pittura.

La mostra, allestita a cura di Francesco Ciaffi, sarà visibile fino al 22 marzo con orario feriale dalle 10,30 alle 13,00 e dalle 15,30 alle 19,30 (nella foto: “Vox populi”, olio su tela cm. 70x150).

Alberto Esposito

Pubblicato in Arte

Fotonews

Quentin Tarantino alla Festa del Cinema di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI