Le 'Esplosioni nell’Arte ed Esplosioni nell’Universo' di Armando Pelliccioni in esposizione all’ASI

Esplosione 100x100 2014 smalto su tela Esplosione 100x100 2014 smalto su tela
Armando Pelliccioni, fisico ed artista, venerdì 27 settembre alle ore 18,00inaugura la personale “Esplosioni nell’Arte ed Esplosioni nell’Universo” nell’affascinante sede dell’ASI, l’Agenzia Spaziale Italiana a Roma.
Dopo le grandi esposizioni personali a Calcata, nel suggestivo spazio de “Il Granarone”, allestita nel 2016 in collaborazione con l’associazione “Ipazia ImmaginePensiero”, e nella prestigiosa sede romana dell’Università E-Campus nel 2017, e dopo la partecipazione all’Open Day della Ricerca presso il Centro ENEA (Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) di Frascati nel settembre 2018, la nuova sfida di Armando Pelliccioni, fisico ed artista nelle cui opere l’Uomo e la Natura agiscono in sinergia per materializzare sulla tela la meraviglia del Cosmo, è confrontarsi, con la personale “Esplosioni nell’Arte ed Esplosioni nell’Universo” - che sarà inaugurata venerdì 27 settembre alle ore 18,00 a cura di Cinzia Folcarelli - con l’affascinante sede dell’ASI, l’Agenzia Spaziale Italiana (in Via del Politecnico a Roma), “con le pareti che evocano il buio del Cosmo e le scenografiche riproduzioni delle sonde interplanetarie, in un ambiente perfetto per le sue opere. Infatti possiamo paragonare le “Esplosioni” dell’artista a dei Big Bang in miniatura che congelano l’attimo creativo della nascita dell’opera stessa e generano filamenti di colore che ricordano galassie e nebulose stagliate su sfondo nero”. 
 
Proprio per creare un paragone artistico e scientifico con le più alte manifestazioni della potenza della Natura generatrice di vita, vengono accostate ai lavori di Pelliccioni immagini della Nasa riguardanti appunto galassie e nebulose, in un confronto ricco di suggestioni emotive e spunti di riflessione. In mostra anche una selezione di “Esplosioni” su sfondo bianco, realizzate con la medesima tecnica delle altre, in cui il contrasto cromatico si accentua dando risalto alla componente frattale dei dettagli. 
 
“Investigare gli effetti della Fisica non lineare nell’Arte è per me una continua sorgente di nuove scoperte, sottolinea l’artista. Nelle ‘Esplosioni’ ritrovo le stesse strutture osservate nell’Universo. Le infinite forme prodotte in ogni esplosione riflettono le leggi della Fisica, così come ogni esplosione nell’Universo è unica e mai uguale ad un’altra. Le forme della Natura e il pensiero dell’Uomo possono essere giustapposte e creare un dialogo all’interno di ogni singola opera d’Arte. Uomo e Natura, Scienza ed Arte, non sono entità diverse e separate, ma entità strettamente interconnesse ed interagenti”. 
 
In occasione dell’inaugurazione della mostra, nell’ambito della “Notte dei ricercatori”,  il musicista e compositore Theo Allegretti si lascerà ispirare da una delle ultime opere realizzate da Pelliccioni improvvisando un componimento musicale al pianoforte che guiderà i visitatori ad immergersi ancora di più nella meraviglia dell’Universo.         
 
Per poter partecipare all’evento è obbligatorio l’accredito sul sito internet dell’ASI, www.asi.it.
 
La mostra, che si avvale dell’allestimento di Davide Coero Borga ed è accompagnata da un catalogo con testi di Cinzia Folcarelli, Armando Pelliccioni e Francesco Rea, resta aperta fino al prossimo 20 dicembre (ingresso gratuito).
Pubblicato in Arte
Alberto Esposito

Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei Pubblicisti del Lazio da Marzo 2004.
Si occupa di montaggio, postproduzione, dirette televisive, registrazioni in studio, editing audio e video.
Collabora ed ha collaborato con diversi quotidiani tra cui Italia Sera, La voce e Il Romanista

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI