Le generazioni della street art a confronto

40 artisti urbani riuniti per una 4 giorni di incontri, performance, conferenze, e altri eventi nell’Opus Delits Show, organizzato dalla casa editrice Critères Éditions, specializzata sulle biografiche di street artists, presso l’ Espace Pierre Cardin, a Parigi. 

opusdelitshow-800x400

40 artisti urbani riuniti per una 4 giorni di incontri, performance, conferenze, e altri eventi nell’Opus Delits Show, organizzato dalla casa editrice Critères Éditions, specializzata sulle biografiche di street artists, presso l’ Espace Pierre Cardin, a Parigi. La kermesse, curata da Véronique Grange-Spahis della galleria Nunc, è stata sostenuta dalla Fondazione Abbe Pierre, dall’associazione Le M.U.R e da Artistik Rezo. Da sempre gli uomini hanno espresso la loro libertà sui muri. Inizialmente erano le pareti delle caverne poi delle catacombe. Oggi, l'arte urbana da anni accompagna la vita di molte persone che passeggnado per le strade della prorpia città scoprono un piccolo capolavoro sul muro di un palazzo, su un cartellone publicitario, sulla cassetta delle lettere, lungo il sottopasso della metropolotina. Ogni spazio urbano è un possibile spazio artistico. La Street art è diventata una corrente artistica principale del nostro secolo. Criteri edizioni sono una delle prime case francesi ad avere osato proporre al per il grande pubblico lavori di qualità su Art Urbain da 2003, pubblicando monografie dedicate a migliori Street artisti francesi (Jérôme Mesnager, Miss.Tic, Speedy Graphito, Atlas…) Il 24 ottobre 2009, Critères Éditions – che festeggia i suoi 20 anni - ha lanciato la sua nuova raccolta Opus Delits, con l'ambizione di presentare la molteplicità della street art ed i suoi esponenti internazionali di qualsiasi generazione (pochoiristes, pittori, graffitisti, luce-graffitista, collagistes, fotografi…), attraverso del piccoli volumi illustrati a un prezzo accessibile. Un evento nell’evento, con la prima edizione del Street Art Film Festival, il primo festival delcortometraggio dedicato all’arte urbana. Alcuni sono immagini girate da amatori, senza un’iniziale preoccupazione estetica, altri direttamente dagli artisti che volgiono “documentare” la loro opera. Il pubblico ha potuto conoscere gli artisti protagonisti di questa manifestazione e farsi autografare sia i libri sia il quaderno editato specialmente per l’occasione. Da Miss.Tic che organizzatissima usa dei timbri per firmarsi alla coppia di LVP (Vive La Peinture) costituita da Michel Espagnon e Jean Gabaret che a quattro mani disegnano i loro personaggi con cura del particolare. Insieme a loro anche Psyckoze, Ben, CFT, C215, Rêveur, Epsylon Point, Seize, FKDL, Philippe Bonan, Jef Aérosol, Santoleri, Speedy Graphito, Mosko et associés, dAcRuZ, Jana & JS, Artiste-ouvrier, NiKoDeM, Kouka, Shaka, Ludo, Jérôme Mesnager, Artof Popof, Jacques Villeglé, YZ, Jadikan, Rero, Ernest Pignon-Ernest, BTOY, Zenoy, INTI, 36recyclab, OX, Mark Jenkins, Levalet, Fred Le Chevalier, Jérôme Gulon, Ender. L’evento ha scattato una fotografia di famiglia dell’arte urbana, dove le generazioni hanno posato insieme, ciascuna con il proprio stile e personalità, ma unite da forti legami. Appuntamento alla prossima edizione.

Cristina Biordi

Pubblicato in Arte

Fotonews

Carlo Verdone sul Red Carpet di RomaFF

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI