“Manlio Malabotta e le Arti” al Magazzino delle Idee di Trieste

Fine settimana ricco di eventi culturali gratuiti al Magazzino delle Idee di Trieste, legati alla mostra “Manlio Malabotta e le Arti. De Pisis, Martini, Morandi e i grandi maestri triestini”, che si chiuderà il 2 marzo prossimo.

malabotta

Fine settimana ricco di eventi culturali gratuiti al Magazzino delle Idee di Trieste, legati alla mostra “Manlio Malabotta e le Arti. De Pisis, Martini, Morandi e i grandi maestri triestini”, che si chiuderà il 2 marzo prossimo.

Manlio Malabotta (Trieste 1907-1975) è certamente stato un uomo che ha coltivato la passione di un raccogliere elegante, acuto, meticoloso nell’accendersi degli interessi. Le opere acquistate, tutte preziose, sono divenute nel tempo compagne di un percorso, quasi “esseri viventi”.

Questa mostra si presenta come un evento irrepetibile poiché ricompone, dopo la donazione dei de Pisis a Ferrara, le raccolte restituendo nella sua interezza l’universo culturale e artistico di Malabotta, le sue relazioni, il suo impegno di scrittore, poeta, critico militante, studioso, fini alla passione per la fotografia. Per scoprire quest’universo, le visite guidate sabato 15 febbraio alle 17 e domenica 16 alle 11 a cura di Beatrice Malusà e Laura Paris.

Il week end triestino comincia con l’arrivo di Giuseppe Marcenaro, scrittore ed esperto d’arte nonché editorialista per numerose testate giornalistiche da La Stampa a Repubblica e Il Foglio. Primo ad esporre i De Pisis della collezione Malabotta a Genova, Giuseppe Marcenaro terrà una conferenza aperta al pubblico presso l’Auditorium del Magazzino venerdì 14 febbraio alle 17.30 dal titolo “Malabotta, una casa, una collezione”. Sarà presente la Presidente della Provincia di Trieste e la signora Franca Fenga Malabotta.

Appuntamento con la musica nell’auditorium del Magazzino sabato 15 febbraio alle 17.30 con la conferenza Musica e rivoluzione nel Don Giovanni di Mozart a cura dell’Associazione Mozart Italia di Trieste in collaborazione con la Provincia di Trieste. Attraverso una guida ragionata all’ascolto, il professor Giacomo Fornari illustre esponente della musicologia italiana e tedesca, esplorerà oltre agli aspetti estetici e artistici del capolavoro mozartiano, anche gli elementi inediti e originali. Il Don Giovanni, tratto da un libretto di Da Ponte, ha consacrato il genio drammaturgico del compositore salisburghese, consegnando la storia e le contraddizioni di Don Giovanni. E ancora, domenica 16 febbraio alle 17.30 nuovo appuntamento di approfondimento con Lorenzo Nuovo, tra gli autori del volume legato all’esposizione che terrà la conferenza “Manlio Malabotta e la cultura italiana del Novecento”.

Cristina Biordi

 

 

Pubblicato in Arte

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI