Miniartextil festeggia con “Eros” il suo decennale a Montrouge

Un appuntamento immancabile per gli amanti dell’arte tessile, i collezionisti, gli appassionati di fashion. Miniartextil, la mostra d’arte internazionale, è da dieci anni invitata dal comune di Montrouge, cittadina ai confini di Parigi.

Nagasawa-news

Un appuntamento immancabile per gli amanti dell’arte tessile, i collezionisti, gli appassionati di fashion. Miniartextil, la mostra d’arte internazionale, è da dieci anni invitata dal comune di Montrouge, cittadina ai confini di Parigi. Per celebrare degnamente questo anniversario, sono esposte, fino al 23 marzo, più di sessanta opere d’arte contemporanea presso la prestigiosa sede de Le Beffroi. Miniartextil, che nasce a Como dalla collaborazione di Nazzarena Bortolaso con l’artista Mimmo Totaro, esplora ogni anno l’immaginazione senza limiti d’artisti selezionati da ogni parte del mondo: l’edizione di quest’anno è ispirata al tema dell’Eros. Eros, potenza generatrice per eccellenza, è una grande fonte d’ispirazione per gli artisti, che non hanno dimenticato peró quanto questo sia strettamente legato anche a Thanatos; il risultato sono dei lavori che propongono delle visioni sorprendenti dell’amore.

Come per esempio l’opera minitessile di Henryka Zaremba “Trap”, che ha ottenuto il Premio Montrouge che oltre al riconoscimento prevede l’acquisizione dell’opera stessa da parte del municipio francese entrando a far parte delle collezioni della città.

Miniartextil rappresenta un panorama sull’arte tessile sempre più innovativo. Materiali naturali o sintetici, che si incontrano tra arte, design e moda. Materie diverse si incontrano a Montrouge, dalle più tecnologiche alle più naturali: il cotone e la seta, il lino e la lana, la carta piegata in diversi modi, ma anche il metallo, il ferro, il rame, fili d’oro o d’argento, plexiglass e – ancora più stupefacente – dei vegetali secchi come nell’opera di Laura Valeria Consonni, delle scarpe, delle piume come nell’opera di Laura Mengani Fasola o di Joanna Marie Schimming; degli elettrodi come nell’opera di Danielle Boisselier, del vetro di Murano e del porfido come nel lavoro di Clelia Caliari, e ancora delle perle e dei bozzoli di baco da seta…l’amore degli artisti per i materiali è decisamente senza limiti!

Le celebrazioni per questo decennale non coinvolgono solamente la sede di Montrouge, ma altre dieci sedi per un percorso “Off”, tra cui la Galerie l’Atelier du Génie, la Galerie Lisette Alibert, la Galerie Yukiko Kawase, la Galerie Chevalier e ancora la Galerie Talmart. Tutte insieme per festeggiare il connubio tra il tessile e l’arte, presentando delle opere realizzate dagli artisti di quest”edizione all’interno dei loro spazi, sia in modalità “solo show” sia in piccole mostre collettive.

Per quest’importante occasione, Miniartextil ha ricevuto, per la prima volta, all’interno del percorso “off”, il patrocinio della prestigiosa Maison de la culture du Japon a Parigi. Sin dalle prime edizioni di Miniartextil, si è rilevata una forte partecipazione di artisti giapponesi, dato che l’arte tessile è fortemente ancorata nella tradizione artistica nipponica. La Maison de la culture du Japon espone, nella sua sala d’ingresso, tre installazioni monumentali degli artisti Noriko Narahira, Takaaki Tanaka e Keiichi Nagasawa (nella foto), dal 18 marzo al 5 aprile. Inoltre, l’importanza dell’utilizzo della carta nell’arte giapponese e all’interno di Miniartextil dà luogo a un’indagine più approfondita; saranno infatti sviluppati dei laboratori sul tema della lavorazione della carta.

La prossima edizione sarà dedicata alla madre terra, Gea. Sarà un modo per celebrare il nostro pianeta, minacciato su troppi fronti e cercare di guardare al futuro in modo più sostenibile grazie all’arte.

Cristina Biordi

Pubblicato in Arte

Fotonews

Premio Guido Carli 2021

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI