Nasce a Città della Pieve lo Spazio Kossuth

Nasce a Città della Pieve lo Spazio Kossuth
E' prevista per sabato 30 maggio alle ore 18.00, a Città della Pieve (PG), l'inaugurazione dello Spazio Kossuth, una nuova area dedicata all'arte contemporanea in omaggio al maestro Wolfgang Alexander Kossuth.

Lo spazio, ricavato al piano terreno del Palazzo Vescovile, ospiterà l’antologica “Kossuth 1981 - 2009”, in programma dal 30 maggio al 30 ottobre.

All'inaugurazione sarà presente il critico d'arte Vittorio Sgarbi che ha commentato così il lavoro di Kossuth: “La scultura di Kossuth fa continuo riferimento all’astrazione della materia, in particolare della terracotta e del bronzo, alludendo alla purezza assoluta dell’idea che si fa forma. Tutta la scultura greca, romanica, rinascimentale puntava sul colore, sulla policromia. Il tempo in molti casi ha eliminato il colore, come nelle sculture antiche. Kossuth parte già senza colore, acromatico. Ciò presuppone una sintesi mentale e non si dà come conseguenza di un degrado, di una consunzione, ma come perfezione senza colore”.

Dopo 30 anni di chiusura, dunque, le rimesse dello storico Palazzo Vescovile di Città della Pieve tornano in vita completamente restaurate e diventano la sede del nuovo Spazio Kossuth. Il restauro del Palazzo e la mostra sono stati fortemente voluti dell’Associazione Ankamò, promotrice dell’operazione in collaborazione con il Comune di Città della Pieve e l'Arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve. E proprio Città del Pieve infatti fu scelta dal maestro come luogo di ispirazione e di produzione artistica.

40 le opere, tra quadri e sculture, che saranno esposte nelle cinque sale dello Spazio. Obiettivo dello Spazio e dell’associazione Ankamò è promuovere l’arte e avvicinarla ai giovani e e a quanti ne hanno interesse.

Pubblicato in Arte
Lea Ricciardi

Lea si occupa di tutto quello che ruota attorno al mondo della comunicazione da diversi anni.
Appassionata di vini e affini, e' diplomata sommelier AIS.

Fotonews

Premio Guido Carli 2021

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI