Nel sud della Francia, in viaggio tra storia e contemporaneità

Nel sud della Francia, in viaggio tra storia e contemporaneità
La sesta edizione di IN SITU Patrimoine et art contemporain- rassegna d'arte contemporanea, curata da Marie-Caroline Allaire-Mattee organizzata dall'associazione Le Passe Muraille- si svolge nella Regione Occitanie/Pyrénées-Méditerranée, dal 17 giugno al 17 settembre 2017.

La manifestazione estiva interessa undici siti classificati monumenti storici e dislocati in quattro dipartimenti (Hérault, l’Aude, l’Ariège e l’Aveyron), ciascun dei quali ospita le opere di dieci artisti, francesi e stranieri, scelti per la qualità del loro lavoro e la rilevanza della loro proposta: Emma Dusong,Arno Fabre, Bertrand Gadenne,DominiqueGauthier, Suzy Lelièvre, Claude Viallat(Francia), Nick Ervinck(Belgio), Rainer Gross (Germania), Christian Jaccard (Svizzera-Francia) e Jaume Plensa(Spagna).

L'evento mira a promuovere, in modo originale, il patrimonio ricco e magnifico della regione, e ogni anno, instaura un dialogo rinnovato tra gli edifici storici e l'arte contemporanea attraverso installazioni effimere, adattate allo spirito del luogo, a volte spettacolare. Torri, castelli e abbazie troneggiano in un paesaggio caratterizzato dal susseguirsi di antiche meraviglie architettoniche, in un saliscendi tra le dolci colline indorate dai campi di grano, e l'estendersi dei lievi pendii dei bassi Pirenei, inondati di verdi vigneti. Distribuite lungo i siti della memoria, sorprendenti originali creazioni artistiche contribuiscono a valorizzare le antiche vestigia medievali che marcano il territorio. E sulla scena di questi incantevoli paesaggi, il percorso si articola lungo l'ampio territorio interregionale, puntellato da attrazioni turistiche, da un lato, di tipo balneare, lungo la costa mediterranea, dall'altro, di tipo culturale, in seno agli agglomerati urbani dell'entroterra. E, nel mentre della marcia, incanta l'incontro con 'White Forest, Sanna'(2015), scultura di grande formato di Jaume Plensa,ospitata presso l'Abbazia di Fontfroide, a Narbonne.Melanconica figura spirituale, dipinta di bianco candore e avvolta dal silenzio: solenne la statua si erge al centro di una sala, a lato del magnifico chiostro. Ritratto dell'anima, e nella sua esile forma allungata, il rimando va alla fiammella filiforme, che si sprigiona nel lento consumarsi di una candela. E' l'arrestarsi del tempo. La calma e la pace di una dimensione temporale, che nella non appartenenza allo spazio confinato incontra l'ambito dell'illimitata riflessione, e diffonde, paca, quel senso dell'errare eterno. Immobili si resta lì a contemplare il presente, circondati dalla memoria, e il tuffo è all'interno, nel profondo del silenzio. Ammaliando con tanta bellezza, il contemporaneo si allunga su un camminamento, che proietta il visitatore in un viaggio culturale, crocevia di pensieri, tra presente e passato, incrocio di vie, laddove, sulla strada del patrimonio, l'appuntamento è con l'espressione contemporanea.

Escursione turistico-culturaleche attraversa il sud della Francia. Ogni intervento artistico è oggetto di uno studio approfondito del sito interessato, tenendo conto della sua storia, la sua architettura e il suo ambiente. Quest'anno, permette di scoprire sei nuove opere, espressamente prodotte per l'occasione, e realizzate in loco. I punti d'incontro di questa nuova edizione sono:

- Aveyron: a Decazeville, dove si trova l'installazione sonoradi Emma Dusong, mentre ilMusée du Patrimoine Industriel et Minierospita l'installazione sonora di Arno Fabre.

- Hérault: nell'Abbazia di Gellonea Saint-Guilhem-le-Désert, il cui Musée Lapidaireè investito da un imponente scultura di Nick Ervinck; il Castello Baulxa Saint-Jean-de-Buèges, che ospita uno stendardo di Dominique Gauthier; l’Hôtel Flottes de SébasanaPézenas, abitato da un'installazione di Suzy Lelièvre.

- Aude: il Palais des Archevêquesa Narbonne, sublimato dai dipinti di Claude Viallat; l'Abbazia di Fontfroidea Narbonne, ospita una scultura di Jaume Plensa; l'Abbazia di Lagrasse, ove è accolta un installazione di Christian Jaccard; il Castello di Carcassonne, ove un'ampia corte è interessata da un'installazione scultorea di Rainer Gross.

- Ariège: il Castello di Foix, all'aperto, ospita una grande scultura Nick Ervinck; la Chiesa dell'Abbazia di Combelonguea Rimontprende un'altra dimensione con la maestosa video-proiezione di Bertrand Gadenne.

Una squadra di professionisti - tra i quali anche Emmanuel Latreille(direttore del Frac Languedoc-Roussillon)e Christa Vyvey -mette in campo un sistema a rete che condivide sinergie, competenze e conoscenze professionali, contribuendo a diffondere una filosofia che anima il territorio di nuovi impulsi, grazie all'offerta culturale proposta, il cui obiettivo è sviluppare il dialogo tra il patrimonio e l'arte contemporanea.               

http://patrimoineetartcontemporain.com/

Pubblicato in Arte
Stefania Brugnaletti

Sito web: www.awish.it

Architetto e curatrice di progetti di valorizzazione artistica. Fondatrice di a Wish Consultancy agenzia internazionale offre servizi di consulenza nel settore della creatività (architettura-artecontemporanea-moda). E' persona Interculturale plurilingue orientata verso nuovi indirizzi di ricerca. Esperta consulente d'arte è autrice di testi.

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI