No, We Can't installazione di Mauro Molle

Domenica 6 ottobre alle ore 11 sarà inaugurata, nell'ambito della rassegna organizzata a Roma negli spazi di “InQuadro” dall'Associazione Culturale “Nessun dorma”, l'installazione in Site Specific “No, we cant” dell'artista romano Mauro Molle. 

mauro molle

Domenica 6 ottobre alle ore 11 sarà inaugurata, nell'ambito della rassegna organizzata a Roma  negli spazi di “InQuadro” dall'Associazione Culturale “Nessun dorma”, l'installazione in Site Specific “No, we cant” dell'artista romano Mauro Molle. L'evento, a cura di Romina Guidelli con la collaborazione tecnica di Vincenzo Alessandrini e Giuseppe Leonetti, intende far riflettere sulla necessità di riappropriazione degli spazi pubblici e privati attraverso l'arte, necessità, avvertita dagli artisti e dal pubblico, di liberare l'arte dagli spazi a essa deputati per inserirla e viverla in un  contesto condivisibile inteso come campo d'azione del reale e del possibile.

L'installazione “No, we cant” di Mauro Molle, con la sua parete di “facce”, rappresenta, scrive Romina Guidelli, “il puzzle caotico del nostro quotidiano. I suoi 'potenti' vengono esposti dall'artista attraverso la loro immagine, per mezzo di frame rubati dal reale. Queste 'facce' creano il muro d'immagini installato sulla superficie dello spazio 'InQuadro', costringendolo immobile espositore di azioni bloccate. Un taglio netto è affidato alla porta realizzata all'interno della struttura-muro, tramite che veicola il messaggio dell'artista. Oltre l'uscio ideale, infatti, Molle installa una grande tavola dipinta con l'immagine di un feto 'luminosissimo', metafora di nuova speranza e possibilità inespressa. Il ritratto si scorge e si riconosce immediatamente davanti all'installazione, palesando il suo significato d'invito all'azione: aprire quella porta; superarla dopo aver preso conoscenza; continuare a credere”.

Con questo evento Mauro Molle conferma, ancora una volta, la sua coerente libertà espressiva nella ricerca di una rappresentazione della realtà umana in rapporto con quella quotidiana.

Alberto Esposito

Pubblicato in Arte

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI