Omaggio a Giorgio Morandi

Se fino ai 45 anni, Giorgio Morandi fu un pittore semisconosciuto o comunque poco apprezzato ebbe ed ha avuto poi, il tempo e i motivi per rifarsi se ormai, con Giorgio De Chirico, è universalmente riconosciuto come il maggiore del nostro novecento mentre la sua maestria nell’incisione è giudicata inarrivabile a livello mondiale. 

morandi

Se fino ai 45 anni, Giorgio Morandi fu un pittore semisconosciuto o comunque poco apprezzato ebbe ed ha avuto poi, il tempo e i motivi per rifarsi se ormai, con Giorgio De Chirico, è universalmente riconosciuto come il maggiore del nostro novecento mentre la sua maestria nell’incisione è giudicata inarrivabile a livello mondiale. Quei miracoli nati nella solitudine della bolognese Via Fondazza, divorati da una luce tutta mentale nella più segreta introversità, sono stati sempre amati, in primis, dai pittori, dagli scrittori, dagli artisti in genere, prima che dalla critica, anche la più provveduta, e per questo che l’Hotel Art, da tempo incastonato in quella Via Margutta nella quale è vissuta e vive, è transitata e si continua ad affacciare la storia e l’attualità delle arti, non poteva non ordinare in una se pur piccola mostra, un omaggio che ricordasse Morandi nel cinquantesimo anniversario della sua morte avvenuta nel 1964. Lo ha fatto commissionandolo a 7 artisti, tra i molti e significativi che già l’Hotel Art annovera nei suoi spazi: Gioxe De Micheli, Paolo Giorgi, Daniela Pasti Augias, Ruggero Savinio e DuccioTrombadori così come al fotografo Raniero Botti e allo scultore Giuliano Vangi. Una piccola opera ciascuno di cm. 40x40, che evocasse l’aria psichica del grande isolato nonchè “attualissimo inattuale”. Per ribadire che l’opera morandiana, la sua elegia tonale connessa con la sua sobrietà allucinata, in questi decenni di turbolenza, dove tutto congiura a far apparire il suo lavoro carico di ideali tramontati, quella sua “metafisica dentro il vero” rimane invece un solco luminosissimo.

Pubblicato in Arte

Fotonews

Carlo Verdone sul Red Carpet di RomaFF

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI