Parigi, la Street Art perderà presto il 'muro' di Rue Dénoyez

Parigi, la Street Art perderà presto il 'muro' di Rue Dénoyez
Non è una strada comune alla tante di Parigi: Rue Dénoyez, una di quelle tipiche stradine che si diramano tra le grandi arterie del tessuto urbano, è divenuta nota per le sue pareti interamente ricoperte di graffiti.

Ci si cade quasi per caso mentre si attraversa il 20° arrondissement, uno dei quartieri a tradizione popolare tra i più conflittuali della capitale francese. Sviluppatosi a est della città, nella zona urbanistica a destinazione industriale, il centro abitato ha accolto, dapprima, una classe operaia composta perlopiù da popolazioni multietniche. In seguito, ha attirato molti creativi ed è stato letteralmente preso d'assalto da musicisti, artisti e registri che hanno individuato questa parte di Parigi come una delle loro preferite. Il quartiere, nel tempo, ha sviluppato una collettività locale dalla vita sociale molto vivace, manifestatasi maggiormente in questa piccola strada. Lungo un lato, la via presenta alcune basse costruzioni che si elevano per un solo piano.  Sono immobili di proprietà pubblica, gestiti dal municipio, suddivisi in varie unità che sono state concesse a studi d'artista, a canoni locativi bassi. L'atipicità del luogo ha reso quest'area accessibile, oltre che alle classi sociali più disagiate, anche a una comunità intellettuale alla ricerca di atmosfere bohémien. Inoltre, la caratteristica tipicamente 'plebea' ha determinato, negli anni, uno scarso interesse edilizio della zona, tenendo lontani appetiti fondiari a carattere speculativo, preservandola dall'assalto dei rivenditori immobiliari. Il valore di mercato degli immobili, effettivamente, è rimasto molto contenuto, fatto insolito per la capitale di Francia, e la modica economia del luogo ha consentito una vita a 'basso tenore' finanziario. L'insieme di questi fattori ha quindi condizionato la trasformazione della comunità storicamente operaia, che si è integrata con quella artistica giunta negli ultimi decenni, modificando in tal modo alcune delle abitudini locali.

La Street Art -simbolo spesso del disagio sociale in una città che muta velocemente- ha contribuito all'evoluzione del quartiere popolare, oggi, in rapido mutamento. La presenza degli artisti, in realtà, ha agito come volano e ha fatto diventare questo distretto uno dei più fervidi e creativi della capitale di Francia. Pieno di punti di ritrovo, offre locali in cui si suona la musica dal vivo, caffè e terrazze che proprio nella pittoresca strada trovano il cuore prezioso e pulsante di questa vitalità: in un mix di culture, di lingue e di stili di vita, qui succede sempre qualcosa, oppure sta per accadere. E' come una sorta di tela a cielo aperto, e Rue Dénoyez dispiega il suo "muro" al passaggio di ogni artista che ogni giorno o notte lo segna con un'opera effimera, ben sapendo che forse quella 'tela' non durerà più di 24 ore. La peculiarità di questa strada, puntellata da pareti interamente rivestite di colori, rende questa parte del quartiere parigino -fortunatamente ancora ignorato dal turismo di massa- una vera e propria attrazione intellettuale internazionale che, seppur caratterizzata da un'intensa vitalità creativa, per ironia della sorte, si trova a due passi da uno dei cimiteri più grandi e famosi, quello di Père Lachaise, meta, invece, spesso raggiunta dai turisti di passaggio a Parigi.

Purtroppo, però, parte di questo caratteristico agglomerato urbano sarà presto demolito. Il complesso di edifici a piano terra più un piano, su strada e su corte, infatti, dietro il progetto di riqualificazione urbana a carattere sociale -lanciato dal municipio distrettuale- vedrà la costruzione di un asilo nido, e diversi alloggi sociali tra il 18 e il 26bis della strada prenderanno il posto degli studi d'artista. La strada è, quindi, destinata a svanire dal paesaggio, e questo luogo emblema di creatività e vitalità diventerà presto una sorta di strada dormitorio. Infatti, la riqualificazione non consentirà più la 'pittura artistica di strada' e si perderà questo "muro di espressione". Riempito di graffiti da cima a fondo, esso si sviluppa per una trentina di metri lungo la strada e cambia faccia tutti i giorni, secondo il passaggio di artisti provenienti da tutto il mondo. Ogni artista ben sapendo che il suo lavoro sarà sostituito da un altro si presta al gioco, e la strada diventa una sorta di campo di allenamento che consente agli artisti di perdere la personale egocentricità, nella consapevolezza di possedere e di dover cedere il proprio posto, innescando in tal modo un processo educativo dello 'stare insieme' che aiuta e amplia il concetto di convivenza in generale.

Oggi, il luogo è molto frequentato anche da scolaresche che nei giorni di sole partecipano ai workshop organizzati da alcune associazioni locali che si occupano dell'educazione e integrazione dei bambini emarginati. Arti visive su strada, dunque, che permettono ai bambini di poter immediatamente interagire con un ampio panorama artistico vitale e variopinto. Un luogo di vita che spiega l'arte sulla strada, e qui s'incontrano direttamente gli artisti: con essi si parla, si assiste alle performances e, in finale, ci si diverte insieme. Questo è il potenziale della Street Art: educare e portare il sorriso nelle lande desolate delle frantumazione urbana, laddove spesso i bambini che vi vivono trovano spazi pronti esclusivamente ad accogliere il pianto della loro emarginazione sociale.

 

Pubblicato in Arte
Stefania Brugnaletti

Sito web: www.awish.it

Architetto e curatrice di progetti di valorizzazione artistica. Fondatrice di a Wish Consultancy agenzia internazionale offre servizi di consulenza nel settore della creatività (architettura-artecontemporanea-moda). E' persona Interculturale plurilingue orientata verso nuovi indirizzi di ricerca. Esperta consulente d'arte è autrice di testi.

Fotonews

Quentin Tarantino alla Festa del Cinema di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI