Playful Inter-Action al MAXXI

Una mostra da vivere con tutti i sensi per indagare le possibilità del materiale è Playful Inter-Action al MAXXI di Roma, dal 13 novembre al 5 gennaio 2014.

ALCANTARAMAXXI Fabrica Pend

Una mostra da vivere con tutti i sensi per indagare le possibilità del materiale è Playful Inter-Action al MAXXI di Roma, dal 13 novembre al 5 gennaio 2014.

Terzo appuntamento nato dalla collaborazione iniziata nel 2011 tra MAXXI e Alcantara che affronta un aspetto noto e tuttavia, fino a ora, mai compiutamente esplorato: la sensorialità del materiale. PLAYFUL INTER-ACTION vuole rendere "fisicamente" comprensibili i valori di un materiale di rivestimento che fa parte della nostra quotidianità.

Il percorso creativo scelto dai curatori Giulio Cappellini (Art Director di Alcantara) e Domitilla Dardi (Design Curator, MAXXI Architettura) ha coinvolto quest’anno Fabrica e lo Studio Minale-Maeda, protagonisti nell’interaction design e design di relazione. L’interattività è infatti un aspetto fondamentale di questa mostra: una serie di associazioni tatto-visive, tatto-uditive, tatto-olfattive invitano il visitatore a sfiorare Alcantara, a guardarla, perfino ad ascoltarla o annusarla.

«Ai due gruppi di designer è stato chiesto di lavorare sull’attivazione di un’esperienza multisensoriale, che partisse da tatto e dalla vista per poi esplorare altre possibilità. Il risultato è in una sorta di sinestesia – dichiarano i curatori. Per ottenerla, fondamentale è l’apporto del visitatore: la sua interazione con l’opera è parte integrante dell’opera stessa, l’una vive dell’intervento dell’altro».

L’esposizione stimola l’udito con il progetto di Fabrica - grazie un sistema tecnologico un’interazione tra l’opera e il visitatore che diventa protagonista dell’installazione – e l’olfatto attraverso il lavoro del duo Minale-Maeda. Il percorso che accompagna il visitatore alla scoperta di PLAYFUL INTER-ACTION è un vero “concerto” sensoriale diretto da due gruppi creativi che hanno indagato fino in fondo la forza espressiva kaleidoscopica di Alcantara.

Cristina Biordi

Pubblicato in Arte

Fotonews

Quentin Tarantino alla Festa del Cinema di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI