Portfolio Review, progetti di moda degli allievi dell’ABA di Roma

Portfolio Review, progetti di moda degli allievi dell’ABA di Roma
Sabato 28 gennaio dalle ore 15,30 alle ore 18,30 presso l’Accademia di Belle Arti di Roma (Via Ripetta 222, Piazza Ferro di Cavallo)

, il Presidente dell’Accademia Mario Alì e la Direttrice Tiziana D’Acchille presenteranno, nell’ambito delle manifestazioni di “Alta Roma 2017”, “Portfolio Review” i progetti dei propri studenti dei corsi di Culture e tecnologie della moda, Fashion Design e Costume per lo spettacolo. Nel corso della manifestazione, articolata in nove sezioni, saranno presentate installazioni e performance site specific in alcune aule e laboratori dell'Accademia.

 “Sovrapposizioni”, progetto degli studenti dei corsi di Cultura tessile e Design del tessuto della prof. Flavia Montani. Una messa in gioco di tecniche e materiali per sperimentare soluzioni formali che rileggano l'idea di tessuto come oggetto estetico da poter applicare ad ambiti diversi della produzione tessile.

“Revolutionary Skirt”, progetto degli studenti del primo anno del corso di Fashion Design del prof. Alberto Moretti, nel quale viene proposta una reinterpretazione di un capo base come la gonna.

“Organic”, progetto degli studenti del secondo anno di Fashion Design del prof. Alberto Moretti:

da semplici tubini neri nascono nuove forme ispirate all'organico.

“The Black and White Idea”, progetto degli studenti del primo anno del corso di Fashion Design della prof. Graziella Pera che propongono una reinterpretazione del bianco e del nero, ispirata all'Optical Art, in un mix cromatico di arte e stile.

“Pelle d’Africa”, progetto degli studenti del triennio del corso di Fashion Design della prof. Graziella Pera in collaborazione con l'Associazione Africizia, progetto di solidarietà a sostegno del lavoro delle donne congolesi: i tessuti africani reinterpretati in chiave occidentale.

“Eroine e modelli di trasformazione del femminile”, progetti degli studenti del corso di Costume per lo spettacolo della prof. Paola Lo Sciuto: i personaggi sono archetipi, modelli di trasformazione che permettono di guardare attraverso uno specchio simbolico tutti gli aspetti dell'Io interiore.

“La costruzione della semplicità”, installazione di Eva Bertelli del terzo anno del corso di Fashion Design del prof. Alberto Moretti, che propone  l'abito come una maschera sociale. La complessità viene celata dietro la semplicità: una cosa semplice, come il tessuto di maglia in lana e rame, può anche essere complessa.

“Derma”, installazione di Erica Curci del terzo anno del corso di Fashion Design del prof. Alberto Moretti. La ricerca parte dall'analisi del rivestimento più esterno del corpo umano, la pelle. Attraverso la selezione del suo principale elemento costitutivo, il collagene, ne deriva una membrana artificiale che viene messa in relazione con la funzione protettiva dell'abito.

“Performance XYX”, performance di Sabrina Viola del terzo anno del corso di Fashion Design del prof. Alberto Moretti. Ispirandosi al teatro/danza sperimentale contemporaneo, l'interazione con l'Altro e con l'Ambiente permette il continuo mutamento delle coscienze e lo sviluppo dell'individuo.

Pubblicato in Arte

Fotonews

Green pass, in migliaia a Roma contro l'obbligo

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI