Révélations, imperdibile appuntamento parigino con arti e mestieri

Révélations, imperdibile appuntamento parigino con arti e mestieri
Ha avuto luogo all'interno del Grand Palais, la terza edizione della biennale dedicata alla creatività contemporanea. 

Nata nel 2013, l'iniziativa ha presentato per l'edizione del 2017 una formula del tutto rinnovata :

"... Se la dimensione internazionale è una delle maggiori aspirazioni del salone, l'intensità degli scambi ne è una delle sue primarie risorse..."(Henri Jubbé-Duval fondatore e curatore responsabile del salone fieristico).

La manifestazione si presenta come un "viaggio nel mondo della materia", un percorso articolato che miscela materiali e saper fare. Arte, disegno ed entità fisica : questi gli ingredienti di un tragitto che esplora una moltitudine di nuove tecniche, affiancate da quelle più antiche, che si tramandano nei secoli, Ed ecco il fiorire di pezzi contemporanei, unici e rari, che riportano in vita tradizioni e pratiche artistiche millenarie, custodite nelle mani di pochi esperti.

Un team di rinomati professionisti - architetti, artisti, galleristi, direttori artistici e editori - costituisce il comitato d'orientamento artistico, il cui compito è selezionare artisti e artigiani. Un'equipe al lavoro scova i custodi di memorie sopravvissute all'era della globalizzazione, e ne espone le pertinenti straordinarie realizzazioni. Raccolte da un'installazione centrale, distribuite sotto la grande navata del Grand Palais, le opere si offrono alla vista del pubblico, come si fosse alla presenza di un "grand buffet multiculturale".

Membri della stessa famiglia : creativi, artigiani, tecnici, galleristi, editorialisti, esperti e curatori artistici, presentano un modo diverso di 'vivere' il design contemporaneo, abbracciando diverse culture che si diffondono grazie alla specificità del singolo. La manifestazione, internazionale, è dedicata ai mestieri d'arte, e proietta la particolarità del singolo sulla piattaforma interattiva che si apre al mercato globale.

La Bellezza è dolce, materna e serena. E, qui, la bellezza è ovunque. "...Bellezza è, altresì, sinonimo di Vita...". L'artista Young SoonLee, dinanzi alle sue preziose creazioni, spiega un minuzioso lavoro che, in primis, parte dalla ricerca della materia : "...La carta da stampa coreana...". Racconta, così, come trascorra la maggior parte del suo tempo nei mercatini, negli scantinati e nelle librerie di quartiere, alla ricerca di libri vecchi. Seleziona quelli più danneggiati, spesso abbandonati negli angoli, e divenuti, pertanto, di scarso valore. Cerca pagine di carta coreana vecchia, dalle quali, Young SoonLee, estrapola le parti coperte dall'inchiostro, le talune bianche, e quelle con impresse le immagini. Costruisce in questo modo la sua paletta di colori, improntata sui toni dei bianchi, dei grigi e dei neri, e i suoi oggetti 'materici' vengono 'dipinti' mediante fasce di carta che arrotolate e aggiunte l'una all'altra, creano un filo di 'corda' solido. Corde di carta che avvolgono e ricoprono oggetti provenienti dal passato, caduti in disuso, che coperti da una nuova 'pelle' riprendono vita. Da questo processo creativo nasce il progetto : "The New like the Old, the Old like the New".

La carta, di nuovo, è materia creativa adottata, anche, da un altro artigiano, l'artista Jean-François Reboul, che la lavora in parallelo al greve calcestruzzo. Le sue opere mostrano la 'levità' del cemento, con cui egli compone versi di elegante poesia materica.Reboulusa la carta per rendere leggera e poetica la 'massa greve' del cemento. Abbina due materie : l'una fragile e delicata, la carta, che non sopporta il peso e che si straccia; l'altra solida e pesante, il cemento, che sprezzante di rottura nulla teme. Dalla carta straccia, intrisa di acqua, ne trae origine una pasta che egli adagia come fosse un ricamo sulla malta grigia. E, da qui, il suo cemento assume le delicate sembianze di una ceramica sottile. Ne nascono opere in cemento, dipinte di nero, forme che si oppongono alla stessa 'pesantezza' attraverso l'applicazione dei ricami di carta, contraddistinti dal bianco candore. E il bianco assoluto, puro, rende gracili, soffici e leggere, altrettante sublimi ceramiche che si alternano esposte nello stesso stand, eseguite, però, questa volta, dalla giovane ceramista Louise Frydman. Evocando elementi naturali, talvolta, le ceramiche prendendo la forma di coralli che emergono dagli abissi del mare. A volte, invece, svolazzano come fossero foglie sospinte da lievi aliti di vento. Talora, come petali di rose bianche lanciate in aria, tornano alla propria madre terra, senza rompersi, opponendosi al principio di gravità, grazie agli esili fili di naylonappesi là, in alto, come giungessero calati dal cielo. E questo è uno degli angoli che, in assoluto, mostra la vena materica più romantica e poetica del Salone.https://www.revelations-grandpalais.com/en/

Anticipandone la data, e ponendo la manifestazione in parallelo al D'Days (festival del Design che si tiene annualmente, in primavera, a Parigi), i responsabili della manifestazione rilanciano Révélationcon questa nuova veste, convogliando espressioni artistiche diverse e sconosciute che, qui, da ignote, prendendo voce  spiccano il volo, in dialogo con linguaggi stranieri affini.

 

https://www.revelations-grandpalais.com/en/

Pubblicato in Arte
Stefania Brugnaletti

Sito web: www.awish.it

Architetto e curatrice di progetti di valorizzazione artistica. Fondatrice di a Wish Consultancy agenzia internazionale offre servizi di consulenza nel settore della creatività (architettura-artecontemporanea-moda). E' persona Interculturale plurilingue orientata verso nuovi indirizzi di ricerca. Esperta consulente d'arte è autrice di testi.

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI