Tamara de Lempicka in mostra al Vittoriano

L’esposizione al complesso Vittoriano, Roma, a cura di Gioia Mori, è dedicata all'importante pittrice polacca, Tamara de Lempicka pseudonimo di Tamara Rosalia Gurwik-Górska (Varsavia, 16 maggio 1898 – Cuernavaca, 18 marzo 1980).

Tamara_de_Lempicka

L’esposizione al complesso Vittoriano, Roma, a cura di Gioia Mori, è dedicata all'importante pittrice polacca, Tamara de Lempicka pseudonimo di Tamara Rosalia Gurwik-Górska (Varsavia, 16 maggio 1898 – Cuernavaca, 18 marzo 1980). L'artista più nota e amata del periodo Déco, simbolo delle istanze moderniste degli anni Venti e Trenta, viene presentata per la prima volta in questa mostra al Vittoriano attraverso un confronto diretto tra le sue opere e quelle dei suoi contemporanei. La poetica della Lempicka è influenzata da diverse correnti e radici: cubo-futurismo russo e francese, ''ritorno all'ordine'' italiano, ''realismo magico'' tedesco, ''realismo'' polacco. Pittrice cosmopolita e icona dell’Art déco, Tamara de Lempicka ha creato immagini che sono diventate il simbolo di un’epoca, “i folli” anni Venti e Trenta di cui diventa la più brillante interprete, introducendo nei suoi dipinti i simboli della modernità e rappresentando la donna emancipata, libera, indipendente e trasgressiva.

Accanto ai ritratti dei personaggi più in vista di quegli anni, principi e duchesse, ritroviamo “i rifugiati”, “La madre superiora” che piange, “ Le amiche” che si perdono in dolci effusioni, personaggi comuni, semplici. Tamara non è semplicemente la protagonista stravagante della modernità europea, come viene spesso dipinta, ma anche un’artista e una donna attenta alla realtà che la circonda.

La mostra sarà visitabile fino al 10 luglio 2011.

M.M.

{{google}}

Pubblicato in Arte
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI