"Transfusioni". Esposizione d'arte contemporanea a Roma

Ketty La Rocca, 1973 Ketty La Rocca, 1973
Transfusioni all’Archivio Menna/Binga a Roma.

Lunedì 4 aprile 2016, dalle 18.00 alle 21.00, in via dei Monti di Pietralata 16,  il  Lavatoio Contumaciale ha presentato Transfusioni #0 Presso l’Archivio Menna/Binga, sede romana della “Fondazione Filiberto Menna”.

Il progetto Transfusioni, curato da Anna D’Elia con il contributo di Paola Romoli Venturi, Bianca Menna e Silvia Stucky , collega in un unico percorso gli spazi del Lavatoio Contumaciale e dell’Archivio Menna/Binga aprendo un dialogo fra gli artisti presenti nell’archivio e il mondo culturale contemporaneo per favorire e sollecitare la “trasfusione” di idee, luoghi, contesti e soggetti di differenti provenienze e con artisti italiani e stranieri. Transfusioni vuole essere un omaggio a Filiberto Menna, presente in ognuna delle quattro mostre in programma attraverso le citazioni degli artisti, le cui opere a lui dedicate sono conservate nell’Archivio, e nella lettura performativa di un suo testo poetico-filosofico.

Il progetto è stato presentato in occasione dell’inaugurazione della prima mostra Transfusioni #0, in cui le promotrici si sono confrontate con opere di Ketty La Rocca presenti nell’archivio che ricoprono l’intero arco delle tematiche affrontate dall’artista: Foto da L’Approdo (1967), Filiberto Menna (1973), Trittico con gatto (1974), Craniologia (1975).

Ketty La Rocca (La Spezia 1938 - Firenze 1976), è stata fra le protagoniste della neoavanguardia italiana. Dopo le esperienze di Poesia Visiva si dedicò al linguaggio dei gesti, che ritenevapiù “autentico” di quello verbale. La sua produzione spazia dalla fotografia al video, dalla performance, al libro d’artista.

Tommaso Binga espone Lettere Liberatorie, scrittura desemantizzata realizzata nel ‘73, e si è esibito nella performance a Tu per Tu colla You.

Silvia Stucky, partendo dalla foto di Filiberto Menna (1973), si confronta col tema del doppio in Je est une autre, un dittico elaborato da una fotografia tratta dalla sua storia familiare e, con Monica Valenziano, una performance dallo stesso titolo.

Paola Romoli Venturi, con l’installazione performativa We, riattualizzerà le modalità espressive di Ketty La Rocca attraverso la sublimazione di fatti di cronaca contemporanea.

Martedì 12 aprile 2016 alle 18.00 si svolgerà una serata/incontro con Francesca Gallo e Raffaella Perna, curatrici del libro Ketty La Rocca, nuovi studi (Postmedia Books, 2016), e con Silvia Bordini, che nel volume racconta l’epistolario di Ketty La Rocca con la critica d’arte newyorkese Lucy Lippard, esegeta dell’arte concettuale e femminista militante.

La mostra sarà visitabile su appuntamento fino a venerdì 29 aprile 2016.

 

Pubblicato in Arte
Alberto Esposito

Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei Pubblicisti del Lazio da Marzo 2004.
Si occupa di montaggio, postproduzione, dirette televisive, registrazioni in studio, editing audio e video.
Collabora ed ha collaborato con diversi quotidiani tra cui Italia Sera, La voce e Il Romanista

Fotonews

Carlo Verdone sul Red Carpet di RomaFF

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI