27 gennaio 1967, 50 anni fa il tragico incidente dell'Apollo 1

Sono già passati 50 anni da quando il pilota comandante Virgil I. Grissom, il pilota maggiore Edward H. White e il pilota Roger B. Chaffee, equipaggio completo della navicella Apollo/Saturn 204 (AS-204) persero la vita a causa di un incidente.

L’equipaggio dell’Apollo 1 si trovava in rampa di lancio per il loro prima volo di prova, ma durante l’esercitazione il primo messaggio di pericolo, nella navicella spaziale era scoppiato un incendio causato da un filo di rame non isolato, con le fiamme che si propagarono per tutta la navicella e le tute dei tre astronauti. L’inchiesta sull’incidente riscontrò che la morte dell’equipaggio fu causata non dalle ustioni ma dalle inalazioni tossiche. Dopo questo disastro la missione Apollo 1 fu rinviato di due anni, ed il programma Apollo portò l’uomo sulla luna con l’Apollo 11. Le parole del pilota comandante Grissom: "Se dovessimo morire vogliamo che la gente lo accetti. Siamo in un affare pericoloso e speriamo che se ci dovesse succedere qualcosa, questo non ritardi il programma. La conquista dello Spazio vale il rischio della vita" sembrano a distanza di anni una premunizione visto che i tre astronauti a causa di questo tragico incidente non arrivarono mai nello spazio, ma non per questo la loro memoria e l'Apollo 1 verranno mai dimenticate. 

Pubblicato in Attualità

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.