6 lettere inedite di Andreotti, un anno dalla sua morte

Giulio Andreotti Giulio Andreotti C. Riccardi © Archivioriccardi.it
Siamo ad un anno dalla scomparsa di Giulio Andreotti, 6 maggio 2013, uno dei più discussi protagonisti della storia politica italiana, l'opinione pubblica è infatti divisa tra chi rimpange l'arte politica dello statista romano e chi vede in lui la rappresentazione dell'archetipo del politico pronto a tutto pur di conservare il potere.

Sono disponibili oggi alcuni estratti di sei lettere inviate da Andreotti alla sua famiglia tra il 1978 e il 2005 con l'indicazione di aprirle solo dopo la sua morte. In esse Andreotti confessa il suo timore di essere  ricordato come un politico spietato nonostante "Nella politica mi sono sempre ispirato alla difesa dei più deboli, nutrendo una personale allergia per ogni forma demagogica" come afferma nella lettera del 1978. Nel 1995 scrive riguardo le forti accuse di essere sceso a patti con la mafia e testimonia di essere particolarmente offeso dall'insinuazione che non sia stato fatto il possibile per salvare Aldo Moro, ricordando di aver giurato "davanti a Dio" di non aver avuto nulla a che fare con la mafia "se non per combatterla con le leggi e gli atti pubblici". Nell'ultima lettera del 2005 cerca di spiegare il senso delle accuse di mafia e rispettando la sua forte tradizione cristiana lo trova nella giustizia divina: "Nella mia vita - scriveva appunto nel 2005 - ho avuto tanto: incarichi onori, fiducia, riconoscimenti accademici . Che potevo offrire in cambio alla provvidenza divina? Forse questi anni di sofferenze e di calunnie servono per bilanciare un corso di vita tutto favorevole".

 Agostino Cecere

Pubblicato in Attualità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI