AICI, a Torino la Conferenza delle Istituzioni aderenti all'associazione

AICI, a Torino la Conferenza delle Istituzioni aderenti all'associazione
Il 25 e 26 settembre 2014 si terrà presso l'Università degli Studi di Torino, la Conferenza delle istituzioni culturali italiane aderenti all'AICI; si tratta di un'occasione per sostenere la rilevanza delle istituzioni culturali italiane, tanto esse universitarie che non, in relazione al loro grande prestigio in ambito nazionale ed internazionale; le loro consolidate attività nel settore della ricerca, formazione, conservazione e promozione nei più diversi ambiti della produzione della cultura. Attività centrali per la crescita e l’identità del paese e dell’Europa in grado, tra l’altro, di sostenere una filiera di servizi culturali preziosa per lo sviluppo dei territori, del paese e dell’Europa stessa per un Rinascimento europeo basato sulla Cultura. Una occasione quindi per dare un forte segnale sulle potenzialità degli istituti culturali e della loro integrazione con il sistema delle Università, degli Enti di Ricerca e degli Istituti Centrali del MiBACT e delle imprese, in un visione Europea. Sistema che nel suo insieme rappresenta e sempre di più deve rappresentare un volano dello sviluppo e una opportunità per valorizzare al meglio la ricerca sui patrimoni culturali posseduti, ma anche l’apertura all’innovazione sul piano tecnologico e sul piano dei contenuti. Già confermata la presenza, tra i tanti invitati, di Dario Franceschini, Ministro per i Beni, le attività culturali e il turismo, Piero Fassino, Sindaco di Torino, Presidente ANCI, Sergio Chiamparino, Presidente Regione Piemonte, Aurélie Filippetti, Ministro della cultura della Repubblica Francese , Silvia Costa, Presidente Commissione Cultura, Parlamento Europeo, Flavia Nardelli, Commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera dei deputati e di Walter Tocci, Commissione istruzione pubblica e beni culturali del Senato.
Pubblicato in Attualità

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI