Amministrative in Spagna: boom del nuovo movimento “Podemos”

Amministrative in Spagna: boom del nuovo movimento “Podemos”
La Spagna come l’Italia, la politica intraprende una nuova strada.

La sfida tra la vecchia e nuova politica è iniziata e i primi sintomi di cambiamento si fanno già sentire. Un dato risulta chiaro da queste elezioni amministrative rispetto al 2011: le forze emerse dal basso, dai cittadini comuni, Podemos e Ciudadanos, entrano protagoniste nelle istituzioni locali, proprio come avvenne con il Movimento 5 Stelle due anni fa.

A Madrid è stato testa a testa fra Podemos e il Partito Popolare. I popolari di Esperanza Aguirre hanno mantenuto la maggioranza dei seggi, ma l’ascesa di Podemos è stata micidiale. Ribaltata invece la situazione a Barcellona, altra grande città spagnola. La lista uscente del Sindaco nazionalista catalano Xavier Trias è stata battuta. 11 Seggi sono andati alla lista Barcelona in Comu formata attorno a Podemos con candidata Ada Colau, contro gli altri 10 del sindaco uscente.Sono risultati che fanno ben sperare al leader di Podemos Pablo Iglesia che ha dichiarato di volere sfidare il Partito Popolare alle elezioni di novembre per la guida al Governo spagnolo.

Dato importante ma non definitivo nelle città come Madrid e Barcellona: in assenza di maggioranza assoluta i vari partiti dovranno creare coalizioni tra loro per prende a livello di numeri le città. Podemos da una parta si alleerà quasi sicuramente con Psoe e Ciudadanos. Un trionfo strategico per Pablo Iglesias che riuscirebbe ad acquisire ancor più visibilità verso il cambiamento che lui assieme al suo partito vogliono porre all’interno dell’intera Spagna.

Gli spagnoli sono andati alle urne per rinnovare 8.122 municipalità oltre che per assegnare i seggi nei parlamenti di 13 delle 17 regioni del Paese. Quattro anni fa il Pp aveva ottenuto la maggioranza assoluta in otto regioni, oggi lo scenario è diverso. Con la necessità per il Pp di scendere a patti con altre forze politiche. Potrebbe rivelarsi ago della bilancia l'altro "partito del nuovo", Ciudadanos, su posizioni liberal-alternative.

 

Pubblicato in Attualità
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI